Istanbul (Turchia), 9 settembre 2017 – Volti raggianti e distesi in casa azzurra dopo il successo che ha proiettato l’Italbasket di Ettore Messina ai quarti di finale dove mercoledì affronterà la vincente della sfida che vedrà contrapposte la Serbia all’Ungheria. Proprio il c.t. azzurro ha commentato il successo sulla Finlandia elogiando soprattutto quanto mostrato nel primo tempo e facendo intuire che il raggiungimento dei quarti era l’obbiettivo principale e più realistico che la carovana azzurra si era prefissato prima della partenza per la spedizione continentale. Tutto ciò che arriverà d’ora in poi sarà quindi sostanzialmente un meritatissimo premio per il duro lavoro svolto in queste settimane per trovare la miglior quadratura del cerchio. Giocare con meno pressione addosso, potrebbe però portare ad ulteriori e piacevolissime sorprese per i tifosi azzurri: “E’ stata una grande vittoria e siamo molto contenti. Siamo tra le prime otto d’Europa dopo un’estate complicata e cambi in corsa per scelta e per necessità. Se me lo avessero detto a Tolosa… Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, poi nel secondo siamo calati. In partite secche a volte capita di avere il braccio corto e abbiamo sbagliato qualche tiro aperto. La squadra ha fatto un gran lavoro anche su Markkanen. Siamo dove sognavo di essere e adesso abbiamo tutta la serenità e il tempo per pensare ai quarti di finale, che a meno di sorprese giocheremo contro la Serbia. Intanto domani sarà un giorno di riposo, poi da lunedì metteremo la testa alla partita di mercoledì. A dire la verità mi sarebbe dispiaciuto non allenare ancora questa squadra per qualche giorno. E ho anche evitato il check-in all’aeroporto domani mattina alle 6…”.

Alla conferenza stampa era presente anche Daniel Hackett – che ha festeggiato le 100 presenze in azzurro portando a casa 10 punti, 6 rimbalzi, 3 palloni recuperati ma soprattutto facendo tante giocate preziose in difesa anche nel finale – che ha così commentato la priva dell’Italbasket e si è complimentato con la Finlandia per quanto fatto questa sera: “Voglio complimentarmi con la Finlandia perché è un grande team che è cresciuto negli anni e questa sera ha dimostrato il suo valore in una grande battaglia. Tra di noi avevamo parlato del fatto di dover limitare le loro qualità realizzative e credo che la nostra difesa sia stata eccellente. Anche in attacco siamo stati abbastanza bravi a muovere bene il pallone e a giocare una partita solida”.