Bologna, 11 ottobre 2017 – Va in archivio con tre vittorie e due sconfitte la seconda giornata della prima settimana di coppe europee in cui sono impegnate le squadre italiane. In FIBA Champions League, dopo il successo ottenuto da Venezia contro il Banvit al termine di ben ben tre supplementari e il ko rimediato da Capo d’Orlando ieri, oggi sono arrivate una vittoria e una sconfitta: la Scandone Avelino ha centrato un pesantissimo colpo esterno battendo 86-80 il Besiktas grazie alla grandissima prestazione dell’accoppiata composta da Jason Rich (21 punti) e Ariel Filloy (17 punti). Dopo aver cominciato in salita, i biancoverdi – che hanno tirato con il 53% da due e il 62% da tre – hanno preso le misure degli avversari a cui hanno strappato senza più lasciarla l’inerzia del match. Sconfitta beffarda invece per la Dinamo Sassari che è stata superata a pochi passi dal traguardo dai turchi Pinar Karsiyaka che si sono imposti per 88-87 grazie ai liberi finali di Wood e ad una prestazione superlativa dell’ex pesarese Jarrod Jones (29 punti e 9 rimbalzi).

Due successi e una sconfitta invece per le italiane in Eurocup: sorrisi per la Fiat Torino che, al ritorno in Europa dopo 31 anni, ha sbancato Zagabria sconfiggendo 86-83 il Cedevita grazie alle ottime prestazioni di Trevor Mbakwe (20 punti e 5 rimbalzi) e Lamar Patterson (15 punti): dopo aver chiuso il primo tempo a -8 i gialloblu hanno messo la freccia del sorpasso terminando il terzo quarto a +1 e trovando le forze per riuscire a conservare il vantaggio fino alla fine. Vittoria molto pesante anche per la Dolomiti Energia Trentino che ha sopraffatto 85-75 l’ASVEL Villeurbanne sospinta da Chane Behanan (19 punti, 5 rimbalzi e 4 assist) e dai 13 punti a testa di Shields e Sutton che nel terzo quarto hanno aiutato i bianconeri a prendere il largo. Continua invece il momento negativo di Reggio Emilia sconfitta a Podghorica 82-74 dal Buducnost: fatale ai biancorossi è stato il parziale di 25-13 subito nel quarto finale, che ha spento gli entusiasmi dei biancorossi al terzo ko di fila tra campionato e coppa.