Roma, 7 settembre 2017 - Un canto meraviglioso, il più amato dagli italiani: 'Fratelli d'Italia'. Andrea Bocelli canta nel Salone delle Feste del Quirinale davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed è subito standing ovation per il Maestro Bocelli e il nostro presidente, che ha ricevuto al Quirinale i 200 super vip americani planati su Roma, con i jet privati per partecipare alla quarta edizione della Celebriry Fight Night organizzata dalla Andrea Bocelli Foundation e dal Mohamed Ali Parkinson Center.

Ad applaudire il grande tenore in prima fila anche Sophia Loren, che ha detto: "E' sempre una grande emozione per me venire qui al Quirinale". La diva, sempre bella e affascinante, ha indosso un tailleur pantalone da sera color avorio di Giorgio Armani, grande amico e stilista preferito. Accanto a Sophia una cambiatissima Sarah Ferguson, e ancora Sharon Stone, in un seducente abito con la schiena nuda e Susan Sarandon, con un tailleur pantalone bianco e nero. E anche il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini.

Sempre in prima fila, accanto al presidente Mattarella, lo stilista-imprenditore Stefano Ricci con la moglie Claudia e i figli Filippo e Niccolò con la moglie Elisabetta. Poco più in là, il presidente di Gucci Marco Bizzarri con la moglie Maristella.

"Signor Presidente - ha detto Bocelli dopo l'inno d'Italia - E' un onore e un piacere per me essere qui. La mia famiglia viene dalla campagna toscana e questo Palazzo e la città eterna sono i simboli della nostra storia e della nostra cultura che noi ragazzi di allora vedevamo dalla tv in bianco e nero. Pensi ora lei, signor Presidente, sei io mi fossi mai potuto figurare di cantare davanti a lei che rappresenta tutto il popolo d'Italia. Questo per me è uno straordinario destino. Con noi stasera ci sono tanti americani e l'America è una nazione amica dell'Italia. Siamo qui per aiutare i malati di Parkinson e i bambini poveri di Haiti per i quali con la mia Fondazione abbiamo costruito 5 scuole".

image

Dopo gli applausi, la risposta del presidente Mattarella: "Grazie Maestro Bocelli, benvenuto al Quirinale che è la residenza dei Re prima, dei presidenti oggi, un Palazzo che vive per la nostra democrazia ed è la casa deglii italiani. A lei va il mio più vivo apprezzamento come artista ma soprattutto come uomo, che pur arrivato così in alto non ha tralasciato di pensare alla solidarietà e non ha guardato solo al suo successo". 

Dopo il Quirinale, tutti a Palazzo Colonna per la cena di gala sponsorizzata da Stefano Ricci per la Celebrity Fight Night. Ci sono Sophia Loren, Susan Sarandon e Sharon Stone che si salutano e si fanno intorno a Bocelli. Maria Grazia Cucinotta che presenta l'evento. 

Ora questa elegante serata di mondanità romana terrà banco nella mente dei tanti magnati presenti ai 25 tavoli d'onore di Palazzo Colonna per i capolavori del Rinascimento ammirati. "Sono prima di tutto un amico di Andrea Bocelli - dice Stefano Ricci - e sono onorato di vestire un italiano tanto famoso. Ho sponsorizzato l'evento nel palazzo barocco del principe Stefano Colonna perché ammiro l'impegno benefico di Andrea e Veronica Bocelli".

A cena anche il ministro dello Sport con delega all'Editoria Luca Lotti, Carlos Slim, l'uomo più ricco del Messico, e l'attore Ray Liotta. E ancora i ricchissimi Robert Gumede con la moglie Porzia dal Sudafrica, il magnate indiano Aloke Lohia, David Foster, la mamma di Amal Clooney Baria Alamuddin tutta di rosa vestita, i figli di Bocelli Amos e Matteo con la nonna Edi Bocelli, il ricchissimo egiziano Mohamed Abul Enin, il famoso multimionario rumeno Ion Tiriac, campionissmo del tennis degli anni Settanta, Albiera Antinori, presidente di Marchesi Antinori. Tra un piatto e l'altro ecco il momento musicale più atteso, quello dell'assolo di José Carreras e poi del duetto col Maestro Bocelli. Insieme a loro anche la bella voce di Malika Ayane.