Il futuro è adesso. Vodafone rilancia la sua missione: "Digitalizzare il Paese"

Lavoro, studio e tempo libero: prestazioni al massimo. Lo sviluppo delle reti di telecomunicazione passa dall’inclusione sociale e dalla sostenibilità

Vodafone sta investendo molto nel mondo del gaming, con nuove tecnologie

Vodafone sta investendo molto nel mondo del gaming, con nuove tecnologie

L’avventura di Vodafone nel mondo del gaming è iniziata, a livello di gruppo, e non solo in Italia, nel 2018 con l’accordo con Electronic Sports League che, attraverso una collaborazione durata tre anni, ha permesso di mostrare fin da subito – in occasione dei principali eventi per gli appassionati di gaming – la qualità e le ottime prestazioni della rete Vodafone. 

Sapendo che è proprio il gaming, spiega Gianluca Pasquali, direttore Consumer di Vodafone Italia, il termometro della performance di una rete. Una specie di ’stress test’ che se viene superato significa che a maggior ragione offrirà il massimo delle prestazioni anche per il lavoro, lo studio, il tempo libero, la socializzazione online. 

E tutto questo lo abbiamo visto amplificato in un evento come Lucca Comics & Games 2022: "Già il primo giorno abbiamo osservato una crescita di circa il 70% rispetto al traffico in downlink giornaliero. In particolare in un solo giorno abbiamo gestito un traffico in eccedenza di oltre 2.800 Gigabyte. Nel 2019 – aggiunge Pasquali – con il primo torneo di gaming giocato totalmente in 5G, abbiamo avuto la possibilità di dimostrare come anche la rete mobile, grazie al 5G, garantisse altissimi livelli di performance e stabilità. Nel 2020 siamo poi usciti dai palazzetti, portando la rete a casa dei più famosi influencer nel gaming in Italia, Pow3r e Favij, confermando che stabilità e performance sono accessibili direttamente dalla propria casa e mettendo la rete al servizio di tutti i nostri clienti appassionati di gaming".

L’attenzione di Vodafone al mondo del gaming, prosegue Pasquali "nasce dal desiderio, consolidato ed evoluto nel corso degli anni, di voler garantire a tutti i gamer e gli appassionati un’esperienza di gioco di altissima qualità grazie alla stabilità e alle prestazioni della rete, preziosa alleata sia in casa che fuori, grazie alla banda ultralarga e alla latenza al millisecondo della rete 5G". 

Ma per Vodafone il gaming non è solo divertimento. Può essere infatti un valido strumento di apprendimento. "Ecco perché – conclude lo stesso Gianluca Pasquali – nel 2021 abbiamo realizzato (con la nostra Fondazione Vodafone) l’app LV8, un learning game dedicato a tutti i ragazzi, anche a coloro che non hanno ancora trovato la loro strada (ragazzi che non studiano e non lavorano, i cosiddetti Neet). LV8 permette ai giovani, attraverso l’esperienza del videogioco, di mettere alla prova le loro competenze e acquisire conoscenze digitali di base".

Del resto Vodafone è da sempre impegnata nello sviluppo delle reti di telecomunicazione per contribuire a unire le persone, migliorare la loro quotidianità e rendere più inclusive e sostenibili le società digitali. E va in questa direzione anche il recente lancio del FWA5G, la tecnologia wireless fissa (Fixed Wireless Access) disponibile già in 1.900 comuni italiani – con l’obiettivo di arrivare entro marzo 2023 in 2.500 comuni – per dare a tutti i cittadini e alle aziende le stesse possibilità di connessione, ovunque si trovino: dalle grandi città ai piccoli centri, fino ai borghi più remoti del nostro Paese.