Valentino Rossi, 42 anni, ha chiuso al 17° posto le qualifiche di ieri: «Dopo l’annuncio del mio addio sia chiaro che per me in pista non cambia nulla»
Valentino Rossi, 42 anni, ha chiuso al 17° posto le qualifiche di ieri: «Dopo l’annuncio del mio addio sia chiaro che per me in pista non cambia nulla»
di Riccardo Galli Valentino Rossi in pensione? Macchè. Mica è finita la storia di Vale. E giù un risata di cuore. Quella che il numero 46 regala al termine nell’ennesimo (catastrofico) turno di qualifiche che oggi, nel Gp della Stiria la vedrà partire in sesta fila con il tempo numero 17. Meglio scherzarci su, insomma, e dare un’altra sfumatura alla decisione di mollare le gare a fine 2021. Come? Con una battuta alla... Vale. "Beh – scherza e si diverte Rossi – se vinco il Mondiale...

di Riccardo Galli

Valentino Rossi in pensione? Macchè. Mica è finita la storia di Vale. E giù un risata di cuore. Quella che il numero 46 regala al termine nell’ennesimo (catastrofico) turno di qualifiche che oggi, nel Gp della Stiria la vedrà partire in sesta fila con il tempo numero 17. Meglio scherzarci su, insomma, e dare un’altra sfumatura alla decisione di mollare le gare a fine 2021. Come? Con una battuta alla... Vale. "Beh – scherza e si diverte Rossi – se vinco il Mondiale continuo a correre, eh...".

Ironia e voglia di sdrammatizzare, insomma, quelle difficoltà che continuano a segnare questa sua annata (l’ultima, appunto) tutta in salita. "Io – si fa serio – voglio davvere concludere la stagione nel migliore dei modi. Divertendomi, dando il massimo, e tornare più in alto possibile".

"Una cosa deve essere chiara – riprende Rossi – dopo l’annuncio del mio addio, in pista, per queste ultime gare del 2021, sarò sempre lo stesso. Proverò a vincere, cercherò di andare veloce...".

Oggi comunque sarà dura. Molto dura nel caso sulla pista di Zeltweg si abbattesse il diluvio preannunciato dal meteo. "La safety commission – conlcude Vale – ha parlato anche di gara da posticipare causa maltempo... Non credo sarebbe una bella cosa correre di lunedì, ma prima di tutto viene la sicurezza di noi piloti. E se dovessere piovere davvero forte, andremo in pista 24 ore dopo".

Le qualifiche. Il sabato è stato segnato dallo strapotere Ducati. Pole e applausi per quella targata Pramac del bravissimo Martin che firma un giro veloce al limite. Con lui in prima fila Pecco Bagnaia con la prima Desmo del team factory e Quartararo. Il francese della Yamaha ha avuto il miglior passo in qualifica, ma il tempo da favola che gli valeva la pole è stato cancellato (traiettoria sbagliata e ruota fuori margine in curva). Quindi in seconda fila altre due Ducati (Miller, quarto e Zarco della Pramac, sesto) con Mir in mezzo. In ritardo Marquez (ottavo), bene Aprilia con Aleix Espargaro (settimo). Rossi, come detto, ha segnato il tempo numero 17. Subito dietro a Vale, il fratello Luca Marini.

In Moto2, la pole è di Gardner con Bezzecchi (Sky Team-Vr 46) in prima fila grazie al terzo tempo.

In Moto3 è il più veloce è stato il turco della Ktm, Oncu. Bravo Fenati (Max Biaggi Racing), terzo e quindi in prima fila.

In tv. Oggi warm up a partire dalle 8.40. Quindi le gare: ore 11 Moto3; ore 12,20 Moto2; ore 14 MotoGp. Tutto in diretta su SkyMotoGp e Dazn.