Il Marco Simone Golf and Country club ha sollevato ieri il velo sul suo percorso fresco di restyling. Il circolo romano di proprietà della famiglia Biagiotti sarà palcoscenico della Ryder Cup nel 2023 ma, a partire dal prossimo anno per almeno tre edizioni, ospiterà l’Open d’Italia. La massima kermesse del golf italiano (nella foto il vincitore dell’edizione di quest’anno, il britannico Ross McGowan), una delle più antiche dell’European Tour e giunta al 78º appuntamento, andrà in scena dal 2 al 5 settembre. La gara si inserirà tra i Giochi Olimpici di Tokyo e l’edizione statunitense della sfida che mette di fronte americani a europei. Quella del 2021 sarà la seconda edizione ospitata dal circolo romano ma, di fatto, l’esordio per il nuovo percorso.

La gara richiamerà molti tra i più forti giocatori europei desiderosi di testare il percorso della Ryder. Sempre in tema di migliori al mondo, ma in rosa, al Champions Golf Club di Houston è terminato lo Us Open, quarto e ultimo major stagionale. La coreana A Lim Kim ha vinto a sorpresa al debutto in un major grazie a una grande rimonta nel giro conclusivo nel quale ha superato di un colpo la connazionale e numero uno al mondo Jim Young Ko e Amy Olson. Alla gara hanno preso parte anche le dilettanti azzurre Benedetta Moresco, Caterina Don e Alessia Nobilio che, seppur senza superare il taglio, hanno arricchito il loro bagaglio di esperienza.

Andrea Ronchi