Franco Morbidelli (Ansa)
Franco Morbidelli (Ansa)

Portimao, 20 novembre 2020 -  Inizia oggi  a Portimao in Portogallo, l'ultimo weekend del Motomondiale 2020. Una stagione contrassegnata dall'emergenza Coronavirus che per la classe regina, la Motogp, ha già espresso il principale verdetto: lo spagnolo Joan Mir si è già laureato campione del mondo in sella alla sua Suzuki con una gara d'anticipio. Non per questo la gara portoghese è priva d'interesse. Fari puntati sull'italiano Franco Morbidelli che, dopo il successo di una settimana fa a Valencia, vuole ripetersi e chiudere il campionato in bellezza.

Gp Portogallo, orari e dove vederlo in tv

Motogp: la classifica piloti

Soprattutto Morbidelli ha tutte le possibilità di chiudere al secondo posto: attualmente ha 4 punti di vantaggio sulla Suzuki di Rins e 15 sulla Yamaha di Vinales. Ci aspetta quindi un gran premio tiratissimo. In pista tra oggi e domenica anche Moto2 e Moto3 dove invece i giochi per il titolo mondiale sono ancora tutti aperti. Oggi sono in programma due sessioni di prove libere. La Motogp scende in pista per le libere 1 alle 11.10 e per le libere 2 alle 15.

Libere 1

Miguel Oliveira fa registrare il giro più veloce al termine delle prove libere 1. Nella prima sessione il pilota di casa in sella alla Ktm riesce a precedere tutti e ferma il cronometro sul tempo di 1'40"122. Dietro di lui spicca il crono di Maverick Vinales con la sua Yamaha (+0"040). Terzo tempo per Aleix Espargaro (Aprilia). Il fresco campione del Mondiale Joan Mir (Suzuki) chiude settimo e precede Fabio Quartararo (ottavo). Valentino Rossi (Yamaha) chiude lontano dalle prime posizioni, solamente diciannovesimo dietro a Danilo Petrucci. Andrea Dovizioso (Ducati) è dodicesimo davanti a Franco
Morbidelli. 

Libere 2

Johann Zarco fa segnare il giro più veloce al termine delle prove libere 2. Il pilota francese della Ducati ferma il cronometro sul tempo di 1'39"417 tenendo dietro lo spagnolo Maverick Vinales (Yamaha) e Aleix Espargaro (Aprilia). Il campione del mondo Joan Mir (Suzuki) è sesto, mentre il francese Fabio Quartararo (Yamaha Petronas) è quarto. Buon settimo crono per Andrea Dovizioso in sella alla Ducati (settimo). Completa la top-10 Franco Morbidelli (Yamaha Petronas). Lontano dalle prime posizioni Valentino Rossi (Yamaha), soltanto ventunesimo e attualmente fuori dai primi dieci della classifica combinata. Ad oggi sarebbero costretti a passare per il Q1 anche Francesco Bagnaia (Ducati) e Cal Crutchlow (Honda).

(i risultati di Moto2 e Moto3 sotto la diretta)

Motogp, rivivi la diretta delle libere

Moto2

Luca Marini segna il miglior tempo al termine delle prove libere 2. Il pilota italiano su Kalexha fermato il cronometro in 1'42"941, davanti al britannico Sam Lowes e a Lorenzo Baldassarri. Il leader del Mondiale, Enea Bastianini, ha il quinto tempo. Fabio Di Giannantonio è ottavo e Marco Bezzecchi nono. Nelle libere 1 era stato Marcos Ramirez a centrare il giro più veloce in 1'43"740, seguito da Fabio Di Giannantonio (Speed Up) e a Luca Marini (Kalex). 

Moto3

Jaume Masia fa segnare il giro più veloce nelle prove libere 1 di Moto3. La prima sessione si apre con il tempo di 1'48"896 del pilota spagnolo in sella alla Honda che si mette alle spalle Romano Fenati (Husqvarna) e il leader del Mondiale Albert Arenas (Ktm). In top-10 tra gli italiani c'è anche Andrea Migno (quinto) mentre Tony Arbolino (Honda) è undicesimo davanti a Celestino Vietti. La Moto3 scende di nuovo in pista a Portimao alle ore 15 per la
seconda sessione di prove libere. Libere2: Albert Arenas è risultato il più veloce nelle prove libere 2. La seconda sessione si chiude con il tempo di 1'47"987 del pilota spagnolo, nonché leader del Mondiale, in sella alla Ktm. Alle sue spalle ci sono il connazionale Jeremy Alcoba (Honda) e il giapponese Tatsuki Suzuki (Honda).