Simone Inzaghi, 45 anni: stasera la sua Inter in vetta può volare a +4 sul Milan
Simone Inzaghi, 45 anni: stasera la sua Inter in vetta può volare a +4 sul Milan
di Mattia Todisco La prima contro l’ultima, un testacoda. Un pronostico che pende nettamente verso l’Inter in una gara (quella di stasera alle 20.45) a cui la Salernitana, padrona di casa, arriva tra notizie che riguardano più la società che il campo. Ieri l’assemblea della Lega Serie A ha deliberato di chiedere al Consiglio Federale in programma martedì una proroga fino al termine della stagione per la cessione della società, che sarebbe dovuta avvenire entro il 31 dicembre. I due...

di Mattia Todisco

La prima contro l’ultima, un testacoda. Un pronostico che pende nettamente verso l’Inter in una gara (quella di stasera alle 20.45) a cui la Salernitana, padrona di casa, arriva tra notizie che riguardano più la società che il campo. Ieri l’assemblea della Lega Serie A ha deliberato di chiedere al Consiglio Federale in programma martedì una proroga fino al termine della stagione per la cessione della società, che sarebbe dovuta avvenire entro il 31 dicembre.

I due trustee a cui è affidato il club hanno comunicato che nessuna offerta pervenuta rispetta i requisiti economici, per questo è stato chiesto di rimandare a fine annata ogni discorso: 18 rappresentanti su 20 hanno detto sì, due (Bertoli che rappresentava i campani e Lotito per evidente conflitto di interessi) si sono astenuti. Il presidente biancoceleste sarà con Marotta e Dal Pino tra i presenti al Consiglio del 22 dicembre, che dovrebbe dare il via libera alla prosecuzione del torneo. A tutto questo non pensa Inzaghi, il cui unico obiettivo è strappare i tre punti e mettere pressione alle concorrenti. Dovrebbe affidarsi nuovamente a Sanchez in attacco, con Dzeko al suo fianco e Martinez in panchina. Gli unici infortunati restano dunque Correa e Darmian, oltre a Christian Eriksen, indisponibile da inizio stagione e che nel giro di pochi giorni firmerà la rescissione. Il Coni ha dato parere negativo al ritorno in campo, ragion per cui le strade con l’Inter si separeranno consensualmente, in attesa di capire se il calciatore ripartirà dalla natia Danimarca (di recente si è allenato con l’Odense) o da altre destinazioni, sempre che decida di continuare a giocare.

La dirigenza nerazzurra lavora per il futuro: ieri in sede è passato l’agente di Federico Dimarco, a breve verrà ufficializzato il rinnovo al 2026. Continuano i contatti con Brozovic e Perisic, entrambi in scadenza a giugno, con un velato ottimismo soprattutto per quel che riguarda il primo."Gli addii in estate potevano ammazzare chiunque, ma non l’Inter: il bello di questo sport è che c’è subito un’occasione", ha detto ieri il ds Ausilio a Sky Sport.

Le probabili formazioni.

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Veseli, Gyomber, Gagliolo, Ranieri; Kechrida, Coulibaly, Di Tacchio, Kastanos, Ribery, Simy. All. Colantuono.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Sanchez, Dzeko. All. Inzaghi.

Arbitro: Mariani.

Tv. Ore 20.45 Dazn e Sky