Le Frecce d'Argento di Bottas ed Hamilton (Ansa)
Le Frecce d'Argento di Bottas ed Hamilton (Ansa)

Imola, 31 ottobre 2020 - Valtteri Bottas è il primo pilota di Formula 1 che scatterà dalla pole position ad Imola dal 2006, quando quella piazzola fu occupata da Michael Schumacher. Il finlandese della Mercedes ha soffiato per 97 millesimi la pole al compagno di squadra Lewis Hamilton, che scatterà al suo fianco. Terzo Max Verstappen, che grazie al grande lavoro dei meccanici della Red Bull è riuscito a superare lo scoglio del Q2, nel quale la sua auto aveva accusato problemi di potenza. Completa la seconda fila un sorprendente Pierre Gasly, che eguaglia il suo miglior risultato in qualifica in carriera e rende orgogliosa l'Alpha Tauri, che affonda le proprie radici a qualche chilometro dal circuito.

A seguire Ricciardo su Renault, Albon sull'altra Red Bull e settimo Leclerc in Ferrari. Ottava l'altra Alpha Tauri di Kvyat, completano la top ten le McLaren di Norris e Sainz. Grande delusione per le Racing Point, con Perez undicesimo e Stroll quindicesimo. Male anche Vettel, che continua a non trovare il giusto feeling con la sua monoposto e che partirà quattordicesimo, anche a causa dei commissari di gara che hanno cancellato al tedesco il suo miglior tempo per aver oltrepassato i limiti della pista.

Bene Russell, confermato al sedile della Williams anche per la prossima stagione e che ha superato per la settima volta in stagione il taglio del Q3. Partirà ultimo invece l'unico italiano in griglia, Antonio Giovinazzi su Alfa Romeo.



Strategie di gara 

Tre piloti scatteranno con le gomme gialle domani pomeriggio: Bottas, Hamilton e Verstappen. Gomme più soft per tutti gli altri in top dieci, Ferrari di Leclerc compresa. Molto complicato stabilire il numero di pit stop: tutti cercheranno di effettuare una sola sosta, ma il consumo degli pneumatici rimane un enigma.

L'unica sessione di prove libere disputata qui ad Imola questa mattina - in via del tutto eccezionale, infatti, il weekend di gara sarà di soli due giorni - ha fornito alcuni dati, ma in novanta minuti è stato difficile per tutti trarre indicazioni chiare. Le Ferrari hanno accusato un grande degrado della gomma rossa, meglio è andata invece alla Mercedes. I tempi tra gialla e rossa non erano così distanti, per cui la prestazione sembra assicurata con entrambe le mescole.

Sul passo gara le Frecce d'Argento non sembrano avere problemi, con tutti gli altri più indietro. Attenzione all'Alpha Tauri e occhi puntati su Gasly, che presentandosi al via in quarta posizione potrebbe essere la scheggia impazzita in grado di far emozionare questo fine settimana.



Leggi anche: GP Imola, le foto delle prove libere