Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 mag 2022

Villarreal-Liverpool 2-3: i Reds in finale di Champions

Con una ripresa strepitosa gli inglesi rimontano le reti di Dia e Coquelin: a segno Fabinho, Diaz e Mané

3 mag 2022
giusy anna maria d'alessio
Sport
L'esultanza del Liverpool (Ansa)
L'esultanza del Liverpool (Ansa)
L'esultanza del Liverpool (Ansa)
L'esultanza del Liverpool (Ansa)

Villarreal, 3 maggio 2022 - Un primo tempo fantastico impreziosito dalle reti firmate da Dia e Coquelin, entrambe su assist di Capoue, espulso nel finale, che tuttavia non basta al Villarreal per staccare il pass per la finale di Champions League, dove invece approda il Liverpool dopo un approccio a dir poco distratto nell'inferno dell'Estadio de la Ceramica. L'entusiasmo dell'impianto spagnolo si spegne sempre di più nel corso della ripresa, quando Fabinho, Diaz (il cui ingresso cambia letteralmente il volto ai suoi) e Mané mettono in cassaforte il passaggio del turno per la squadra di Jurgen Klopp, che ora attende la vincente di Real Madrid-Manchester City.

Primo tempo

 Il Villarreal commette subito una sbavatura in fase di costruzione ma al 3', alla prima occasione, passa in vantaggio: dopo una lunga azione offensiva Capoue si inserisce in area ma non riesce a capitalizzare, missione che invece non fallisce Dia, che dal limite dell'area piccola non sbaglia. La replica del Liverpool arriva all'11', quando Robertson apparecchia per la volée di poco fuori di Diogo Jota. Sul ribaltamento si fa vedere Parejo col mancino, mentre al 24' i riflettori se li prende finalmente Salah, protagonista di un duro scontro con Rulli che obbliga Makkelie a intervenire. L'arbitro olandese al 37' scontenta il pubblico di casa non fischiando un presunto rigore quando Alisson sembra travolgere Lo Celso, pescato in profondità da Moreno. La furia dell'Estadio de la Ceramica si placa al 41', quando Coquelin al limite dell'area piccola vince il duello con Alexander-Arnold e di testa manda in rete il cross di Capoue, a sua volta bravo a eludere la marcatura di Robertson e al secondo assist della serata.

Secondo tempo

 Il Liverpool prova a reagire all'alba della riprsa dagli sviluppi di una punizione battuta da Alexander-Arnold, ma il controllo di Mané all'altezza del secondo palo non è felice. A proposito di legni, al 56' è la traversa a respingere la botta da fuori proprio di Alexander-Arnold, resa quasi letale da uan deviazione di Coquelin: ne scaturisce un corner dai cui sviluppi Thiago Alcantara si rende pericoloso con un destro al volo che non sorprende Rulli. Al 58' Mané arma la rovesciata di poco fuori del neo entrato Diaz (fuori Diogo Jota). I rimpianti degli ospiti si spengono al 62', quando Fabinho nel cuore dell'area riceve la sfera da Salah e tira, trovando la risposta incerta di Rulli, che si fa beffare dalla sfera. Il Liverpool insiste e al 66' sfiora il colpo del ko con Diaz, che fa secco Foyth e scocca un destro a giro che Albiol devia in angolo: dagli sviluppi Konaté quasi sfrutta la parabola disegnata da Alexander-Arnold. Quest'ultimo al 68' col mancino apparecchia per l'inserimento di testa vincente di Diaz, l'uomo che ha letteralmente cambiato la partita. Non paghi, gli inglesi calano il tris al 74', quando Mané, partito dalla sua metà campo, elude l'uscita sbagliata di Rulli e il tentativo disperato di recupero di Foyth e a porta sguarnita firma il colpo che mette in cassaforte la finale. La reazione del Villarreal è tutta in una conclusione di Parejo e nei nervi che saltano all'86' a Capoue, che si becca il secondo giallo. Anzi, a ridosso del recupero è Salah a sciupare una ripartenza dei suoi senza riuscire a unirsi alla festa del gol: l'egiziano potrà comunque riscattarsi nella finale, dove il Liverpool sfiderà una tra Real Madrid e Manchester City.

Ancelotti: "Dopo il Real potrei smettere"
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?