L'esultanza dei giallorossi (LaPresse)
L'esultanza dei giallorossi (LaPresse)

Verona, 1 dicembre 2019 - La Roma vince ed è quarta in solitaria per una notte, in attesa di Cagliari-Sampdoria. Ad aprire le danze contro il Verona ci ha pensato Kluivert, prima che le cose per i giallorossi si complicassero con il pareggio di Faraoni e soprattutto con l'infortunio dello stesso olandese: poco male per Fonseca, perché l'inserimento di Perotti (un rigore trasformato e un assist per Mkhitaryan) conferma la bontà della rosa a sua disposizione.

La classifica di Serie A

Verona-Roma 1-3, rivivi la diretta


STAFFETTA KLUIVERT-PEROTTI - La prima chance è firmata dal Verona, che al 12' sfonda a destra: solo un grande anticipo di Mancini toglie la palla dalla testa di Di Carmine. La Roma risponde per le rime e passa in vantaggio al 17' con Kluivert, innescato da un passaggio illuminante di Pellegrini : il figlio d'arte buca poi Silvestri con un preciso diagonale. La squadra di Juric non molla e impatta già al 21', quando Zaccagni scodella verso il secondo palo, dove Faraoni incorna il punto dell'1-1. I giallorossi non si scompongono e poco dopo la mezz'ora si rendono pericolosi sull'asse Kolarov-Pellegrini: il serbo crossa e l'ex Sassuolo al volo la manda alta. Al 34' Faraoni cerca il bis, stavolta di piede: Pau Lopez si rifugia in angolo. Da un marcatore all'altro: proprio in questa azione si fa male Kluivert, sostituito da Perotti. Il Verona cerca di approfittare del colpo di scena e il protagonista è il solito Faraoni, che stavolta si traveste da assistman per l'incornata di Rrahmani: il palo salva gli ospiti, fortunati anche poco dopo quando ancora un indemoniato Faraoni trova il gol del vantaggio, viziato però dal fuorigioco di Lazovic. Quest'ultimo cerca di rifarsi al 42', ma Pau Lopez, seppure con un'incertezza, sventa il pericolo e carica i suoi, che al 46' si vedeono assegnare un rigore per fallo di Gunter su Dzeko: sul dischetto va Perotti, che spiazza Silvestri.

MKHITARYAN LA CHIUDE - Il portiere di casa mantiene i suoi in partita all'alba della ripresa, quando disinnesca il diagonale di Pellegrini. L'episodio sveglia il Verona, che al 61' si fa vedere ancora con Faraoni, il cui cross arma il colpo di testa out di Verre. I giallorossi sfiorano in colpo del ko con Smalling che, dagli sviluppi di un corner, è impreciso sul secondo palo. I ritmi del match, complice il pantano del Bentegodi, calano fino al 93', quando Mkhitaryan festeggia con un gol il ritorno dopo l'infortunio: bravo nell'occasione Perotti a danzare nel cuore dell'area del Verona, che si arrende a un passivo forse troppo severo.

Serie A, le partite di domenica 1 dicembre

Il tabellino

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrhamani, Gunter, Bocchetti; Faraoni, Amrabat, Pessina (70' Miguel Veloso), Lazovic; Zaccagni (80' Pazzini), Verre (65' Salcedo); Di Carmine. A disp.: Berardi, Radunovic, Dawidowicz, Empereur, Adjapong, Vitale, Henderson, Danzi, Stepinski. All. Juric.  

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Diawara; Ünder (68' Mkhitaryan), Pellegrini, Kluivert (36' Perotti); Dzeko (85' Fazio). A disp.: Fuzato, Cardinali, Juan Jesus, Çetin, Florenzi, Spinazzola, Kalinic, Antonucci. All. Fonseca.  

Arbitro: Guida.  

Reti: 17' Kluivert (R), 21' Faraoni (V), 45' rig. Perotti (R), 92' Mkhitaryan (R). Note: ammoniti Pellegrini (R), Gunter (V), Mancini (R), Diawara (R), Bocchetti (V), Amrabat (V). Ammonito per proteste l'allenatore del Verona Juric.