Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Verona, 30 ottobre 2021 - Non usa giri di parole a fine gara Massimiliano Allegri nel commentare la prova della sua Juventus, schiantata dal Verona. Quelle parole che il tecnico bianconero neanche vorrebbe pronuncire. "Le parole non servono, conta il lavoro", ripete il livornese. Ma, fra una frase e l'altra, il mirino viene puntato sull'atteggiamento della squadra, messa sotto dagli avversari nel primo tempo. "Abbiamo solo 15 punti, il che significa che al momento siamo una squadra da metà classifica. Dobbiamo assumerci le nostre responsabilità, occorre un spirito diverso. Martedì arriva una gara importante per il passaggio del turno in Champions League, quindi è inutile piangersi addosso. Dobbiamo pensare esclusivamente a ciò che c'è da fare". 

Serie A, Verona-Juventus 2-1. Torino-Sampdoria in diretta

"Serve desiderio di far fatica"

 

Secondo Allegri, il valore della rosa non c'entra. Manca umiltà a tratti: termina che l'ex Cagliari e Milan mai menziona, anche se il riferimento è evidente. "Il valore della squadra è ottimo: adesso bisogna reagire con orgoglio uscendo da questa situazione. L'Hellas la metteva sulla corsa, noi avremmo dovuto adeguarci, poi la gara con il trascorrere dei minuti si sarebbe evoluta diversamente e le qualità tecniche sarebbero venute fuori. Non è scontato vincere queste sfide, serve avere un atteggiamento diverso e il desiderio di far fatica. Loro hanno interrotto molto il gioco attraverso i falli, seguendo il loro piano partita. Noi forse pensavamo di essere più bravi e in questo momento non lo siamo". 

Testa alla Champions

 

Il messaggio al gruppo da parte di Allegri continua. "Non c'è nessuna grande squadra che abbia vinto senza rispettare gli avversari. Non dico che giochiamo con sufficienza, ma non c'è voglia di lottare. Bisogna stare zitti e cominciare a vincere. Quello di oggi è quasi uno step finale in campionato - sottolinea l'allenatore juventino - Vediamo tutto negativo adesso, invece occorre analizzare con lucidità. Alcuni giocatori sono più stanchi e quindi dovrò capire la miglior formazione possibile da mandare in campo martedì'. In questo momento alla prima occasione incassiamo gol, ma non è un caso. Dobbiamo tornare ad avere un atteggiamento diverso". 

Leggi anche: Atalanta-Lazio 2-2