De Roon trova il pari al 94' (Ansa)
De Roon trova il pari al 94' (Ansa)

Bergamo, 30 ottobre 2021 - Il calcio aggressivo e intenso di Gian Piero Gasperini o quello manovrato e studiato nei minimi dettagli di Maurizio Sarri? Alla fine al Gewiss Stadium matura un 2-2 che sicuramente lascia i maggiori rimpianti alla Lazio, in vantaggio due volte (con Pedro prima e Immobile poi) e riacciuffata nei recuperi dei due tempi da Zapata e De Roon. Stavolta ai biancocelesti, finora quasi implacabili contro le squadre di livello pari o superiore, non riesce il colpaccio, mentre i nerazzurri possono consolarsi guardando la classifica, dove per appena una lunghezza hanno difeso la propria posizione, la quinta a 19 punti, proprio dagli assalti della banda Sarri.

Atalanta-Lazio 2-2, rivivi la diretta

Serie A, le partite del sabato

Serie A, il calendario - Classifica

Primo tempo

Dopo una fase di sostanziale equilibrio, all'11' Demiral, sugli sviluppi di un corner, di testa non va lontano dal bersaglio grosso. Al 18', praticamente al primo affondo, la Lazio passa in vantaggio con Pedro, che raccoglie una respinta corta di Musso su una conclusione di Immobile e gonfia la rete: pregevole nell'occasione il lancio in profondità con cui Cataldi aveva pescato il proprio capitano. L'Atalanta non si abbatte e in pieno recupero riacciuffa i biancocelesti grazie a Zapata, che riceve dalle retrovie, vince il duello fisico con Marusic, entra in area e fa partire una sassata in diagonale che non lascia scampo a Reina.

Secondo tempo

Quest'ultimo all'alba della ripresa è reattivo sulla sventola dalla distanza di Freuler, mentre al 55' sull'altro fronte serve un autentico miracolo di piede di Musso per sventare il pericolo portato da Immobile, pescato ancora da Cataldi. Sul ribaltamento a provarci è Zappacosta: il suo mancino a giro viene deviato in corner. L'Atalanta torna pericolosa al 65' con l'incornata di Koopmeiners dagli sviluppi di un calcio d'angolo ma al 74' cade per mano di Immobile, che finalizza al meglio una ripartenza nata da un errore a centrocampo di De Roon e orchestrata da Pedro e Basic. Il numero 17, servito da Lucas Leiva, potrebbe chiudere la contesa all'84' ma stavolta il duello viene vinto da Musso. Sul ribaltamento il neo entrato Muriel (fuori Ilicic) spaventa Reina con una bordata di poco imprecisa, mentre al 91' a provarci è Malinovskyi, che di prima colpisce solo l'esterno della rete: si tratta del preludio alla rete del pareggio dell'Atalanta che matura al 94', quando De Roon riceve una spizzata di Demiral e al volo beffa Reina e l'intera Lazio, costretta a lasciare il Gewiss Stadium con un solo punto in carniere.

Tabellino

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Lovato (22' st Scalvini), Demiral, De Roon; Zappacosta (38' st Piccoli), Freuler, Koopmeiners, Maehle; Pasalic (14' st Malinovskyi); Ilicic (22' st Muriel), Zapata. (31 Rossi, 57 Sportiello, 13 Pezzella, 59 Miranchuk, 99 Piccoli). All.: Gasperini. 

Lazio (4-3-3): Reina; Hysaj, Luiz Felipe, Acerbi, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi (32' st Leiva), Luis Alberto (23' st Basic); Felipe Anderson (32' st Moro), Immobile (40' st Muriqi), Pedro. (1 Strakosha, 31 Adamonis, 4 Patric, 26 Radu, 29 Lazzari, 5 Escalante, 8 Akpa Akpro, 18 Romero). All.: Sarri. 

Arbitro: Guida di Torre Annunziata. 

Reti: nel pt 18' Pedro, 46' Zapata; nel st 29' Immobile, 48' De Roon. 

Angoli: 6-2 per l'Atalanta. Recupero: 1' e 5'. Ammoniti: Luiz Felipe, Demiral e Leiva per gioco falloso, Reina per comportamento non regolamentare. Spettatori: 11.981 per un incasso di 261.827 euro.
 

Leggi anche - Serie A, Inter-Udinese: le probabili formazioni