Udinese-Juventus 2-2 (Ansa)
Udinese-Juventus 2-2 (Ansa)

Udine, 22 agosto 2021 - Comincia con un pareggio beffa l'Allegri bis alla Juventus. La Vecchia Signora, avanti nel primo tempo con i sigilli di Dybala e Cuadrado, si fa rimontare nella ripresa dalle reti dell'ex Pereyra su rigore e di Deulofeu, entrambe viziate da due svarioni di Szczesny. Nel finale Ronaldo, partito dalla panchina, firma il 2-3, ma il gol viene cancellato per posizione di fuorigioco del portoghese.

Risultato pirotecnico anche nell'altro match delle 18:30 fra Bologna e Salernitana. I felsinei si impongono per 3-2 al termine di un match dalle mille emozioni. Succede tutto nella ripresa. Nonostante l'espulsione di Strandberg per doppia ammonizione, la compagine neopromossa si porta in vantaggio con il penalty di Bonazzoli. I rossoblù impattano con De Silvestri, ma Coulibaly timbra l'1-2. Arnautovic va a segno per il 2-2 e subito dopo De Silvestri realizza il centro che vale il successo dei ragazzi di Sinisa Mihajlovic

Dybala e Cuadrado aprono le danze

Scelte sorprendenti nella Juventus: niente Ronaldo, né Chiesa dal primo minuto. Al posto del portoghese tocca a Morata fare coppia con Dybala. La Vecchia Signora non risente dell'esclusione di CR7 e dopo tre minuti è già avanti: bell'azione della Vecchia Signora che libera Bentancur in area, l'uruguaiano crossa per Dybala, che di esterno non dà scampo a Silvestri. Colpita a freddo, l'Udinese prova a reagire: Pussetto prima conclude centrale, poi di testa spedisce di poco fuori il pallone. In maniera cinica, la formazione di Allegri colpisce di nuovo alla seconda vera occasione: al 23', la ripartenza ispirata da Dybala premia la corsa di Cuadrado, con il colombiano che salta secco Nuytinck e batte Silvestri. Forte del doppio vantaggio, Madama prende in mano la partita e con Morata va due volte vicina al tris, di cui la seconda proprio in chiusura di primo tempo. 

Rimonta Udinese

La musica non cambia in apertura di ripresa. Ai friulani serve disperatamente un episodio ed è ciò che accade al 50', quando Szczesny non trattiene il tiro di Arslan e nel tentativo di recuperare la sfera stende il numero 5 locale. Inevitabile il calcio di rigore per i padroni di casa, trasformato da Pereyra. La risposta della compagine ospite non si fa attendere: cross in mezzo di Alex Sandro, Morata stacca bene di testa, ma la sfera si infrange contro il palo. Al 60' arriva il momento di Ronaldo - oltre che di Chiellini e Kulusevski - e il portoghese impiega solo un paio di minuti per impensierire Silvestri, che vede la zuccata di CR7 finire out di poco. Ancora sfortunata la Juve al 66', con Bentancur a centrare il secondo palo di giornata dei viaggianti. Trascorrono i minuti e la situazione sembra sotto controllo per Bonucci e compagni, ma l'imprevisto è dietro l'angolo: ancora Szczesny, ancora un errore clamoroso, che vede il polacco perdere il pallone sul pressing di Okaka e per Deulofeu è un gioco da ragazzi firmare il 2-2. Jajalo e Dybala sfiorano il gol, poi al 94' Ronaldo segna il 2-3, ma la rete viene annullata per un fuorigioco millimetrico. La Signora si può mangiare le mani per due punti buttati via. 

Leggi anche: Inter, tutto su Correa