1 gen 2022

Napoli, Tuanzebe a un passo

Vicino l'approdo in azzurro dell'inglese. Da valutare la formula: difficile che si vada oltre il prestito secco

giusy anna maria d'alessio
Sport
Axel Tuanzebe (Ansa)
Axel Tuanzebe (Ansa)

Napoli, 1 gennaio 2022 - Neanche il tempo di far cominciare l'anno nuovo e di conseguenza la sessione invernale di calciomercato che il Napoli piazza il primo colpo: è infatti vicino l'approdo in azzurro di Axel Tuanzebe.

I dettagli

Il difensore centrale inglese classe '97 andrebbe ovviamente a riempire la casella lasciata vuota dalla partenza di Kostas Manolas: il tutto ovviamente dopo che sarà arrivata l'ufficialità. Questo passo in realtà non sembra lontanissimo, con l'intesa con il Manchester United, club che detiene il cartellino dello stopper, che è davvero a un passo. Un passo da colmare verosimilmente versando il milione chiesto per passare dal prestito in corso all'Aston Villa (con cui Tuanzebe ha collezionato 11 presenze senza grossi sussulti) a quello al Napoli, che almeno fino a ieri non pareva disposto a spingersi oltre i 200mila euro. Infine il contatto probabilmente risolutivo tra le parti, con Aurelio De Laurentiis che sembra intenzionato ad avvicinarsi alle pretese dello United sborsando 500-600mila euro per accaparrarsi le prestazioni sportive dell'inglese fino a giugno. E poi? Al momento nell'affare non dovrebbe essere previsto alcun diritto di riscatto. Non solo: qualora nei prossimi giorni, quando verosimilmente l'affare sarà definito in maniera totale, dovesse essere inserita una postilla per rendere in estate il passaggio di Tuanzebe a titolo definitivo, questa non dovrebbe essere dal valore inferiore ai 20 milioni. Decisamente tanti per lo stato attuale delle casse del Napoli e per un giocatore che negli ultimi tempi è uscito quasi del tutto dai radar del calcio che conta.

Una nuova politica societaria

La nuova missione di Luciano Spalletti, che già all'inizio della prossima settimana potrebbe accogliere il classe '97, potrebbe essere proprio questa: rigenerare un difensore dal potenziale ancora importante per dare agli azzurri un rinforzo di spessore da qui all'estate. Poi, in caso di buona riuscita della 'cura', allo United tornerebbe un Tuanzebe rinato da mantenere in rosa o da vendere a ben altre cifre rispetto a quelle odierne: è l'aspetto positivo della politica dei prestiti secchi, quello strumento che in un passato neanche tanto lontano a De Laurentiis proprio non piaceva. Altri tempi per il patron, che non è più nella posizione di lasciarsi andare a quei comizi in cui avveniva l'auto-elogio delle finanze del Napoli e per il Napoli stesso, che al momento, più che al futuro, deve guardare al presente. E non è detto che questa sia una notizia totalmente negativa.

Napoli, le migliori e le peggiori partite del 2021
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?