Totti torna a parlare di Roma
Totti torna a parlare di Roma

Roma, 30 aprile 2020 - Che il desiderio di Francesco Totti sia quello di ritornare alla Roma è una cosa ormai chiara a tutti. Nonostante il divorzio della scorsa estate l'ex capitano giallorosso sogna di poter continuare la sua carriera dirigenziale nella squadra che lo ha reso un'icona del calcio italiano, da cui è dovuto andare via per i dissapori con la società. Anche nell'ultima dichiarazione, quella rilasciata in una diretta social, ha fatto sapere di aver lasciato una porta aperta per un suo eventuale ritorno in caso di cambio di presidenza. 

"Pallotta può piacere e non piacere. Tornare? Mai dire mai…" ha detto Totti. E per la sua funzione ormai da scout ha le idee ben chiare su chi sarebbe il profilo adatto per la Roma. "Per Tonali farei carte false, sarà uno dei centrocampisti più forti del mondo, come De Rossi, Gerrard o Lampard. Unisce Pirlo e Gattuso, ha tutto quello che può avere un giocatore. È sempre lucido, è bravo sia tecnicamente che di testa. Barella è un mio pupillo e avrei voluto portarlo subito alla Roma, ma non ci sono riuscito".

Tonali che sarebbe un altro giovanissimo da affiancare a Zaniolo, per formare quella che è la coppia di attuali Under 21 più forti in circolazione in Italia. "Nicolò è fortissimo, ma ha ancora tanto da dimostrare perché siamo agli inizi. Con 100 partite ad alto livello allora potremo giudicarlo. Sicuramente può ancora migliorare, Di Francesco ha sempre creduto in lui e non è scontato, a volte gli allenatori puntano solo sui più esperti. A Roma non si può sbagliare, anche se sei giovane".

E infine un punto sul sogno del nuovo stadio. "Sarà molto difficile, servirà tempo. A Tor di Valle la vedo complicata" ha concluso Totti