Romelu Lukaku e Lautaro Martinez
Romelu Lukaku e Lautaro Martinez

Roma, 21 febbraio 2021 - Turno 'spezzatino' per la serie A, che dopo gli anticipi di venerdì e sabato torna in campo con altre quattro partite (la chiusura sarà lunedì sera con Juventus-Crotone). Il big match verità per la classifica ha un vincitore senza appelli: l'Inter travolge il Milan nel derby della Madonnina e si porta a più 4 sui rossoneri, consolidando il primato in graduatoria. Doppio Lautaro Martinez e Lukaku affondano la banda di Pioli, capolavoro di Conte che fa un passo importante verso il titolo.

Serie A: il posticipo Juventus-Crotone

La premiata ditta 'LuLa' non fa sconti a Ibra e compagni, sin dall'inizio in difficoltà di fronte allo strapotere fisico dei cugini. Assist di Romelu e appoggio facile di Lautaro in mezzo all'area: il primo tempo finisce 0-1. Nella ripresa scorribanda di Perisic che serve ancora Lautaro che appoggia in velocità per lo 0-2. Chiude il belga con una poderosa cavalcata, culminata in un rasoterra potente e a fil di palo da circa 20 metri. Nel finale inutile assalto dei rossoneri, mai realmente pericolosi nell'arco dei 90 minuti, salvo un tiro dalla lunga distanza di Rebic che lambisce il palo. 

Serie A: risultati e classifica

Non c'è solo la cronaca calcisitica: momenti di tensione intorno alle 13:30, quando le due tifoserie sono quasi entrate a contatto. A migliaia presenti fuori San Siro. Dopo il passaggio del pullman rossonero davanti al gate 14, centinaia di supporters del Milan si sono diretti verso l'ingresso del parcheggio dello stadio nei pressi del raduno della Curva Inter. Pronta la reazione delle forze dell'ordine che hanno evitato il contatto e hanno separato nettamente le tifoserie.

Tifosi rossoneri a San Siro (Ansa)

Nell'altra sfida di cartello, l'Atalanta ha stordito il Napoli in casa. La corazzata di Gasp si è imposta 4-2, macinando reti e bel gioco. Succede tutto nella ripresa: apre Zapata, pari di Zielinski prima del micidiale uno due firmato da Gosens e Muriel. Un'autorete dello stesso Gosens sembra riaprire i giochi, ma Romero la chiude calando il poker. Nel finale attimi di panico per Osimhen, caduto con la testa innaturalmente all'indietro. Dopo l'intervento immediato della Croce Rossa, l'attaccante nigeriano è stato trasportato in stato di incoscienza sull'ambulanza, riprendendo i sensi durante il viaggio. Osimhen ha riportato un trauma cranico ed è rimasto in osservazione all'ospedale cittadino.

Nel match di mezzogiorno e mezzo, pari tra ParmaUdinese (entrambe reduci da una sconfitta): al Tardini finisce 2-2, doppio vantaggio dei ducali con Cornelius e Kucka, Okaka accorcia le distanze e Nuytink pareggia. Nel posticipo serale, la Roma sbatte contro il muro del Benevento: finisce 0-0. Campani in 10 per l'espulsione di Glik a inizio ripresa, ma bravissimi nel difendere il pari dagli assalti giallorossi.

Parma-Udinese 2-2

Milan-Inter 0-3

Atalanta-Napoli 4-2

Benevento-Roma 0-0