Juventus-Crotone
Juventus-Crotone

Torino, 22 febbraio 2021 - La Juventus si mette alle spalle le due sconfitte consecutive con Napoli e Porto, e si riprende il terzo posto in classifica, portandosi a -8 dall'Inter e a -4 dal Milan, con ancora la gara contro il Napoli da recuperare. Nel Monday Night della 23esima giornata di serie A, i bianconeri battono 3-0 il Crotone grazie alla doppietta nel primo tempo di Cristiano Ronaldo e alla rete nella ripresa di McKennie. Dopo una partenza non proprio convincente, i campioni d'Italia salgono di colpi fino al vantaggio di CR7, che mai aveva segnato contro i calabresi (la squadra rossoblù diventa la 78esima vittima in carriera per il classe '85). Dopo il raddoppio dello stesso portoghese non c'è sostanzialmente più partita. Da segnalare l'esordio nel massimo campionato per i giovani Fagioli Di Pardo

Meglio il Crotone in avvio

La prima situazione interessante si registra dalle parti di Buffon al 6', quando Reca approfitta dello scivolone di Danilo per colpire al volo sul cross di Messias, ma il suo tentativo si spegne sul fondo. Inizio di personalità del Crotone, mentre la Juve gioca decisamente sotto ritmo nei primi 15 minuti. Al 18' Ramsey ha un ghiotta chance, nata dalla percussione centrale di Danilo, bravo a liberare il gallese, che tuttavia svirgola malamente. Non centra la porta nemmeno Ronaldo al 27', quando il cross di Chiesa - deviato da Cordaz - non trova la finalizzazione in rete da parte del portoghese. La truppa di Pirlo adesso è padrona del match, nonostante le ripartenza pericolose degli ospiti, e al 32' de Ligt sfiora il bersaglio grosso dopo una serie di rimpalli nell'area calabrese. 

Uno-due CR7

Le occasioni fioccano per la Vecchia Signora, sfortunata al 38' sulla zuccata di Ramsey che si infrange sulla traversa. Il vantaggio bianconero è nell'aria e puntualmente arriva al 40': Alex Sandro mette in mezzo un pallone d'oro per Ronaldo, che non fallisce l'appuntamento con l'1-0, firmando la prima rete in carriera contro il Crotone. Il gol galvanizza Madama, che prima si rende nuovamente insidiosa con Chiesa, poi al 46' piazza il colpo del 2-0 con il solito Ronaldo. CR7 impegna Cordaz di destro e sul seguente cross di Alex Sandro stacca in terzo tempo, non lasciando scampo al portiere avversario. Prima dell'intervallo c'è tempo ancora per un altro tentativo dell'ex Real Madrid, che stavolta è impreciso. 

McKennie cala il tris

Nonostante il doppio svantaggio, la formazione di Stroppa è viva in apertura di ripresa e la Juve è costretta a non abbassare la guardia, onde evitare brutte sorprese. Buffon comunque non corre grossi pericoli e anzi è Ronaldo ad andare a un passo dal tris per due volte fra il 62' e il 64'. Ci prova anche Alex Sandro, ma il suo sinistro deviato conclude la propria corsa sull'esterno della rete. Poco male per la Vecchia Signora, che sul seguente calcio d'angolo manda in archivio la pratica con McKennie, che di sinistro batte Cordaz. Con il risultato ormai al sicuro, Pirlo lancia in campo Fagioli, al debutto in serie A. I piemontesi potrebbero calare anche il poker, ma Cordaz si supera su Ramsey. Largo invece il tiro del neo entrato Morata. L'esordio di Di Pardo completa la festa bianconera. 

Leggi anche: Cagliari, il nuovo allenatore è Semplici 

Juventus-Crotone 3-0, rivivi il live