Serie A in chiaro (Ansa)
Serie A in chiaro (Ansa)

Roma, 7 marzo 2020 - Partite di Serie A in chiaro, il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, torna alla carica, dopo i pareri negativi di ieri da parte della Lega Calcio: "C'è una nuova possibilità". Ma Sky frena una possibile apertura della Lega sul nascere, e ribadisce: "La trasmissione in chiaro delle partite di Serie A non è possibile". 

L'entusiasmo di Spadafora: "Oggi ho avuto vari contatti telefonici con i vertici del calcio e le reti televisive e l'Agcom, perchè continuo a pensare che in questo momento sia importante offrire uno svago ai cittadini in casa propria. C'e' una soluzione possibile, sulla quale aspettiamo le valutazioni della Lega Serie A. Per questo motivo ho scritto di nuovo al presidente Dal Pino. Attendiamo risposta".

Nel frattempo l'agenzia Ansa ribatteva una novità che poteva soddisfare la richiesta di Spadafora: "La Lega di Serie A potrebbe deliberare domani il suo ok alla trasmissione in chiaro delle partite dei prossimi due giorni, ma solo se arriverà il nulla osta da parte di Sky".

Ma poco dopo è arrivata, sempre all'Ansa, la replica da una fonte di Sky Sport: "Da giorni era uscita la disponibilità a dare in chiaro su Tv8 la partita Juventus-Inter, per venire incontro agli appassionati di calcio in questa fase così delicata, ma la Lega Calcio, peraltro con molte ragioni, aveva opposto impedimenti legali e normativi che non consentivano a Sky questa soluzione. Questo era e questo rimane: i vincoli e i limiti permangono".

Così alla Lega di Serie A non è restato che ribadire, dopo il chiarimento di Sky Sport, la posizione anticipata ieri all'Ansa: "La trasmissione in chiaro delle partite di Serie A non è possibile".

​Tommasi: fermiamo il campionato

"Fermiamo il campionato!!! Serve altro? Stop football!!", questo invece il tweet, con fotonotizia sulla "chiusura della Lombardia per coronavirus", pubblicato sull'account ufficiale di Damiano Tommasi, presidente dell'Assocalciatori.