Roberto De Zerbi (Ansa)
Roberto De Zerbi (Ansa)

Reggio Emilia, 14 gennaio 2021 - Il Sassuolo ospita al Mapei Stadium la Spal per gli ottavi di finale della Coppa Italia. Nel primo tempo i neroverdi colpiscono un palo, mentre la ripresa si apre nel peggiore dei modi per gli uomini di De Zerbi: Djuricic viene espulso a causa di un intervento scomposto e lascia i suoi compagni in dieci per tutto il secondo tempo. Al 49' firma l'1-0 Missiroli, mentre al minuto 58 raddoppia Dickmann. Gli spallini volano, un po' a sorpresa, ai quarti di finale, dove incontreranno la Juventus.

Primo tempo

De Zerbi schiera un 4-2-3-1 con diverse seconde linee. Tra i pali c'è Pegolo, davanti Boga, Djuricic e Oddei a sostegno di Raspadori. Marino sceglie il 3-4-2-1 con Di Francesco e Brignola alle spalle dell'unica punta Floccari. Il match è equilibrato e tatticamente bloccato, anche se il Sassuolo mantiene il pallino del gioco. Al 23' arriva la prima grande opportunità da gol: la difesa della Spal rinvia male un traversone basso, Djuricic arriva a botta sicura dal cuore dell'area e colpisce in pieno il palo. I neroverdi aumentano sempre più la pressione col passare dei minuti. Djuricic calcia dalla distanza al 29', ma non trova lo specchio della porta. Berisha viene chiamato ad una parata non semplice al 42', quando Raspadori effettua un buon dribbling e si crea lo spazio per calciare con il mancino. Il portiere spallino respinge, sulla ribattuta ci prova Oddei che però calcia fuori.

Secondo tempo

In apertura di ripresa il Sassuolo rimane subito in dieci. Djuricic viene espulso dopo un intervento scomposto su Missiroli, che l'arbitro giudica da cartellino rosso. Pochi secondi dopo Seck, appena subentrato, arriva sul fondo e mette in mezzo per Missiroli, che dimenticato dalla difesa di casa segna a due passi dalla linea di porta. Spal in vantaggio per 1-0. Il raddoppio arriva al minuto 58: D'Alessandro mette un traversone sul secondo palo dalla sinistra, Dickmann va a chiudere la diagonale e realizza il 2-0. I padroni di casa reagiscono con cattiveria e al 64' colpiscono il secondo palo della loro partita, stavolta con Muldur. De Zerbi, furioso, è molto deluso dalla prestazione opaca dei suoi; non bastano neppure le numerose sostituzioni a mettere in difficoltà la difesa della Spal, che difende in maniera quadrata e con ordine il doppio vantaggio. All'84' Seck in contropiede sfiora anche il terzo gol per i ferraresi, ma il pallone si spegne di poco a lato.

Leggi anche: Ferrari, Leclerc positivo al coronavirus