Cengiz Under, 22 anni
Cengiz Under, 22 anni

Roma, 19 agosto 2019 - A pochi giorni dall'ufficialità del suo rinnovo fino al 2023, Cengiz Under ha espresso la sua soddisfazione attraverso i microfoni di Roma TV.

GLI ORDINI DI FONSECA - "Sono contento di continuare a giocare con questa squadra: ne avevo voglia - continua il turco - e sono felice di poter proseguire qui, dove sentivo di avere ancora tante cose da fare. Oltre alla soddisfazione personale, spero che adesso per noi si apra un anno pieno di successi: io sono motivato e mi sento in buona forma e, adesso più che mai, sono pronto a dare il massimo per questa maglia". Dichiarazioni pesanti quelle del classe '97, passato dall'essere tra i candidati principali per la cessione a pedina letteralmente inamovibile nello scacchiere di Paulo Fonseca. Certo, l'avversaria non sarà stata delle più coriacee, ma anche nel recente test contro l'Arezzo Under si è confermato uno dei migliori giocatori del precampionato giallorosso. Il dettaglio non è sfuggito al tecnico portoghese, che nel turco rivede quel Marlos con cui ai tempi dello Shakhtar Donetsk, tra campo e panchina, ha formato un connubio vincente. Pare che proprio da Fonseca siano arrivati i due diktat che poi hanno segnato - in positivo - l'estate del numero 17: innanzitutto la sua conferma in rosa, con buona pace delle sirene che arrivavano dal Bayern Monaco e poi quel rinnovo, uno dei tanti plasmati di recente da Gianluca Petrachi, che ha rasserenato gli animi, permettendo al ragazzo di potersi concentrare solo sulle vicende del campo.

IDEA MUSTAFI - Oltre che sulle conferme, il ds salentino sta lavorando attivamente per completare il roster della Roma, con un'attenzione particolare sulla difesa. Se per la corsia destra continua il testa a testa tra Davide Zappacosta ed Elseid Hysaj, con l'albanese che nelle ultime ore avrebbe effettuato un controsorpasso sul terzino del Chelsea, per il ruolo di centrale il casting è ancora lungo e si arricchisce sempre di nuovi candidati. L'ultimo arrivato in ordine cronologico è la vecchia conoscenza del calcio italiano Shkodran Mustafi: l'ex Sampdoria è in uscita dall'Arsenal, che però lo lascerebbe andare solo in prestito. Musica per le orecchie di Petrachi, che vorrebbe prelevare il tedesco proprio con questa formula, con l'eventuale riscatto fissato per una cifra tra i 20 e i 25 milioni. Non spaventa neanche lo stipendio del classe '92, che a Londra guadagna 3 milioni all'anno: una somma in linea con i parametri fissati dal quartier generale di Trigoria.