Smalling potrebbe non giocare l'Europa League
Smalling potrebbe non giocare l'Europa League

Roma, 1 luglio 2020 - La data limite per la scadenza dei prestiti è scaduta e la Roma è riuscita a trattenere tutti i giocatori presi a titolo temporaneo fino al termine della Serie A. L'unico calciatore che potrebbe non finire la stagione è b, con cui manca l'accordo con il Manchester United non per arrivare a fine campionato (l'estensione ha l'accordo di un altro mese), ma per giocare l'Europa League.

L'inglese è ancora di proprietà dei Redi Devils che sono in corsa in Europa League e vorrebbero evitare di affrontare una squadra con un calciatore di loro proprietà. Per questo l'accordo al momento non prevede una proroga cosi lunga da permettergli di giocare anche il torneo di agosto, né tanto meno un accordo sul riscatto del calciatore che per il momento farebbe ritorno a Manchester una volta terminato il campionato.

Più sotto controllo le altre operazioni, a partire da Mkhitaryan, che potrebbe diventare addirittura a titolo definitivo un calciatore giallorosso. L'opzione concreta è quella che vedrebbe l'armeno rescindere con l'Arsenal un anno prima della sua scadenza, fissata per il 2021, per poi firmare da svincolato un contratto con la Roma di un solo anno, chiudendo così una grandissima operazione in entrata per la Roma. Infatti nonostante i tanti infortuni che ne hanno limitato il rendimento, rimane uno dei calciatori più forti a disposizione di Fonseca.

Saranno altri due i calciatori a essere trattenuti, ma con poche speranze di rimanere per il futuro. Zappacosta e Kalinic termineranno la stagione, Europa League inclusa, ma al momento non ci sono novità su un eventuale riscatto a fine stagione. Più probabile per l'italiano del Chelsea, più difficile per il croato.