Dzeko con la maglia della Roma
Dzeko con la maglia della Roma

Roma, 26 gennaio 2020 - Il derby della doppia faccia, delle emozioni, dei brividi: un Roma-Lazio per nulla banale e con grandissime ambizioni di classifica, come non succedeva ormai da troppo tempo. Uno spettacolo senza eguali, sugli spalti e in campo grazie soprattutto ai giallorossi, decimati dagli infortuni ma arrivati alla partita con la stessa grinta di sempre, trasmessa da Fonseca ogni giorno di più.

Serie A, i risultati della 21esima giornata

A mettere il piede sull'acceleratore fin dal primo secondo è infatti proprio la Roma, partita a mille all'ora con i tentativi lampo di Under e Veretout, entrambi bloccati dalla difesa avversaria. Al minuto 26' i giallorossi passano meritatamente in vantaggio grazie alla rete del solito Dzeko che di testa anticipa un imperfetto Strakosha. L'Olimpico esplode al gol del bosniaco, uno dei protagonisti della stagione della rinascita che prova a segnare il raddoppio qualche minuto più tardi, ma quest volta il suo tentativo viene bloccato da Radu.

La Roma sembra pienamente padrona del campo, ma alla mezz'ora di gioco tutto si capovolge, mostrando la seconda faccia di questo derby. Al 33' la Lazio trova la sua prima occasione del match con un tiro di Lulic che finisce fuori dai pali, ma appena due minuti più tardi un'azione clamorosa riporta i biancocelesti sul pareggio: Pau Lopez respinge con i pungi un pallone, ma il suo intervento non è efficace e termina tra i piedi di Acerbi che a pochi centimetri dalla linea di porta non fallisce l'occasione.

La papera del portiere giallorosso però non fa tremare la sua squadra che prova subito a cercare la grande reazione con la botta di Pellegrini dalla distanza che si stampa sul palo. Anche nella ripresa il copione resta praticamente identico: Pellegrini e Dzeko non danno pace alla difesa della Lazio che prova a rispondere timidamente con Immobile, quasi nascosto in questo derby. Fino alla fine la Roma prova a cercare il nuovo vantaggio, ma senza successo. Il derby di Roma termina con un pareggio che non accontenta nessuno: i ragazzi di Inzaghi falliscono l'occasione per provare l'allungo sull'Inter, mentre i giallorossi restano ben saldi al quarto posto, con l'Atalanta alle spalle che sogna il sorpasso.

Il tabellino

Roma (4-2-3-1): López, Santon (37' st Kolarov), Mancini, Smalling, Spinazzola, Veretout (43' st Pastore), Cristante, Under, Pellegrini, Kluivert (36' st Perotti), Dzeko. A disp. Fazio, Kolarov, Jesus, Mert Cetin, Peres, Florenzi, Pastore, Perotti, Kalinic, Fuzato, Mirante. All. Fonseca.

Lazio (3-5-2): Strakosha, Luiz Felipe (1' st. Patric), Acerbi, Radu, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto (25' Parolo), Lazzari, Lulic, Correa (30' st Caicedo), C. Immobile. A disp. Bastos, Vavro, Patric, Anderson, Parolo, Berisha, Minala, Jony, Adekanye, Caicedo, Proto, Guerrieri. All. Inzaghi. 

Arbitro: Calvarese.

Marcatori: 25' Dzeko (R), 34' Acerbi (L).

Ammoniti: Luiz Felipe (L), Dzeko (R), Milinkovic-Savic (L), Lulic (L), Kolarov (R), Immobile (L).