Roma-Lazio: l'esultanza di Pedro dopo il gol del 2-0 (Ansa)
Roma-Lazio: l'esultanza di Pedro dopo il gol del 2-0 (Ansa)

Roma, 15 maggio 2021- All'ultimo tentativo possibile la Roma ha finalmente vinto il suo primo big match della stagione: i giallorossi trionfano del derby contro la Lazio, riscattandosi dopo la sconfitta contro l'Inter. La squadra di Paulo Fonseca si porta a casa l'intero bottino in una partita delicata e sentitissima che taglia definitivamente fuori dalla lotta alla Champions i biancocelesti.

Primo tempo

Comincia a rallentatore la Roma che concede ampi spazi alla Lazio, pericolosa prima al 26' con un tentativo di Milinkovic-Savic, servito da una palla persa maldestramente da Ibanez all'interno dell'area di rigore, e poi al 31' con il gol in velocità di Muriqi che viene però annullato dall'arbitro per fuorigioco. I biancocelesti creano molte occasioni senza mai riuscire a concretizzare, come in occasione del pallonetto del centrocampista serbo che viene deviato da Fuzato, ma incredibilmente alla fine del primo tempo è la Roma a passare in vantaggio con una ripartenza che arriva sui piedi di Dzeko: il bosniaco con una giocata manda fuori tempo Acerbi e serve a Mkhitaryan l'assist perfetto per un tiro al volo che finisce alle spalle di Reina.

Secondo tempo

La rete del vantaggio regala coraggio alla squadra giallorossa che nella ripresa si fa vedere molto di più in avanti. I ragazzi di Fonseca provano a chiudere la partita al 57' con Cristante che manda il pallone al di sopra della traversa. Troppo imprecisa la Lazio che sbaglia sempre qualcosa nel fraseggio: i biancocelesti non riescono a far girare a dovere la palla e per di più trovano la fredda opposizione di Fuzato, uno dei migliori in campo in questo derby assieme al giovane Darboe che non sbaglia mai un intervento. Al 78' arriva il colpo di grazia da parte della Roma questa volta grazie al neo entrato Pedro che avanza in velocità e lascia partire un tiro dai 25 metri che si trasforma nella rete del 2-0. Prima della fine del match c'è tempo per un'altra grande occasione di Dzeko che prima sfiora il palo e poi nei minuti di recupero viene atterrato da Acerbi che si guadagna l'espulsione per somma di ammonizioni.

Leggi anche - Var, rigori e rossi: la Juve batte l'Inter per 3-2