Lo stadio Olimpico di Roma (Ansa)
Lo stadio Olimpico di Roma (Ansa)

Roma, 23 settembre 2020 - Mille persone negli stadi di calcio? Troppo pochi, per il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, che intervenendo a 'Un giorno da Pecora' spiega per la gioia dei tifosi: "Gli stadi si possono portare a un terzo della capienza". Per cui "all'Olimpico a Roma l'ingresso potrebbe essere consentito anche a 20-25 mila tifosi". 

 FOCUS / Bollettino Italia: 1640 casi e 20 morti

Il ragionamento del viceministro è questo: "Nel momento in cui si mantengono due metri di sicurezza, con regole precise, si vietano gli abbracci, con l'utilizzo della mascherina e degli igienizzanti, io penso che l'ingresso ai tifosi si può portare a un terzo della capienza dello stadio. Nel caso dell'Olimpico, ad esempio, che può contenere circa 80 mila persone - ha detto - penso che l'ingresso potrebbe essere consentito a circa 20 o 25 mila tifosi".  Al momento il pubblico massimo consentito è di mille persone per gli eventi sportivi, fatto salve deroghe regionali. Come nel caso del Mondiali di ciclismo di Imola, dove Stefano Bonaccini ha consentito un aumento della capienza a 2.246 spettatori. 

Pubblico negli stadi, quando?

Ma quando potrebbe entrare in vigore la svolta? Difficilmente prima della scadenza del Dpcm con le restrizioni anti-Covid, prorogate al 7 ottobre. L'uscita di Sileri potrebbe aprire il terreno al confronto sul pubblico negli stadi, il via libera al passaggio a un terzo della capacità potrebbe arrivare proprio in vista del 7 ottobre. O forse dopo il 15 ottobre, data in cui è fissato il termine, per il momento, dello stato di emergenza. "Possibile il derby Inter-Milan con i tifosi il 17 ottobre", diceva la sottogretaria alla Salute, Sandra Zampa, qualche settimana fa. Uno scenario che, con le parole di Sileri, sembra sempre più vicino. 

Gli stadi

Portare la capacità a un terzo degli impianti significherebbe per San Siro di Milano e Olimpico di Roma la possibilità di aprire i tornelli a circa 25mila tifosi (poco di più a Milano, poco meno a Roma). Dovessero concretizzarsi le dichiarazioni di Sileri, vorrebbe dire, per esempio, far entrare al Dall'Ara di Bologna circa 12mila persone. Oltre 14mila al Franchi di Firenze,  13.800 allo Juventus Stadium, 18.200 al San Paolo di Napoli. E ancora 8.300 al Gewiss Stadium di Bergamo, 12.200 a Marassi (Genova) e meno di 3.500 all'Alberto Picco di La Spezia