Samuel Di Carmine
Samuel Di Carmine

Pescara, 26 maggio 2019 – Una partita combattuta e tesa fino all’ultimo istante termina con la vittoria dell’Hellas Verona, che in trasferta batte il Pescara e ottiene il pass per giocarsi la finale play off contro il Cittadella. Decisivo un rigore calciato da Di Carmine al minuto 72. I padroni di casa concludono il match in dieci uomini a causa dell’espulsione di Scognamiglio al 92’.

VERONA ARREMBANTE – Il Pescara si presenta con il tridente offensivo composto da Marras, Mancuso e Sottil. L’Hellas Verona schiera Laribi, Di Carmine e Matos, con Pazzini pronto a subentrare. Inizio di partita vivace del Verona, con Laribi che al 12’ effettua un tiro-cross insidioso che si spegne sull’esterno della rete. Laribi si rende nuovamente pericoloso al 17’, quando Henderson effettua un cross sul secondo palo che il tunisino, dimenticato dai difensori avversari, schiaccia di testa a lato. Il Pescara continua a soffrire l’aggressività e la velocità dell’Hellas, che ci prova prima con Matos e poi con Henderson, non riuscendo ad impensierire particolarmente Fiorillo. I padroni di casa provano a reagire al 27’ con Sottil, che rientra dalla sinistra e calcia dal limite, ma il suo tiro viene deviato da un difensore e infine spedito in angolo da Silvestri. Laribi continua a seminare il panico nella difesa del Pescara, tentando anche una conclusione dalla distanza che si spegne però sul fondo. E’ Di Carmine a sbloccare i match al 35’, ma l’arbitro annulla la rete degli ospiti per fuorigioco, confermato poi dal VAR. Brugman tenta infine dalla distanza l’ultima conclusione del primo tempo, che termina però larga. La prima frazione di gioco si chiude sullo 0-0.

VITTORIA DI RIGORE – Parte forte il Pescara nella ripresa. Sottil mette in mezzo una palla tagliata dalla sinistra, che Marras non riesce a toccare in rete per pochissimo. Il Verona soffre l’impeto dei biancazzurri, i quali ci provano con Memushaj da fuori area: blocca facile Silvestri. Gli ospiti tentano quindi di colpire in contropiede, quando la velocità di Laribi al 54’ spacca in due la difesa della squadra di Pillon. L’assist è per Faraoni, il quale non riesce a battere Fiorillo, che blocca agilmente il suo tiro centrale. Alza il ritmo l’Hellas, che ha bisogno di una vittoria per accedere alla finale play off. Di Carmine spizza di testa verso il secondo palo al minuto 61, ma il pallone finisce fuori. Fiammata di Mancuso al 68’: Crecco trova un pertugio a sinistra e serve alla perfezione l’attaccante che rilascia un missile verso la porta avversaria. Silvestri allunga la mano destra e con un riflesso strepitoso salva in angolo. La gara si ribalta al minuto 72, quando Scognamiglio trattiene per la maglia Di Carmine in area di rigore. Lo stesso Di Carmine realizza con freddezza l’1-0 dal dischetto, portando il Verona avanti nel punteggio. Il Pescara va alla ricerca del pari con i suoi uomini di maggiore qualità. Marras imbecca Mancuso in area all’82’, ma la difesa chiude tempestivamente sventando il pericolo. Al 92’ Scognamiglio scalcia un avversario e si prende il secondo cartellino giallo della propria partita. Il Pescara chiude la gara in dieci uomini, ma l’ultima grandissima occasione capita sui piedi di Bellini, il quale in area di rigore si gira bene ma calcia alto. E’ l’ultima emozione del match, che si chiude con la vittoria dell’Hellas per 0-1. Gli scaligeri si giocheranno l’accesso in Serie A contro il Cittadella.