Primo allenamento in maglia verde per la Nazionale (Ansa)
Primo allenamento in maglia verde per la Nazionale (Ansa)

Roma, 7 ottobre 2019 - La maglia della Nazionale abbandona l'azzurro e diventa verde. Niente panico, sarà solo per la sfida Italia-Grecia del 12 ottobre, gara valida per le qualificazioni a Euro 2020. Con una nota la Figc ricorda che il colore "si ispira al periodo rinascimentale e celebra i tanti giovani talenti che stanno diventando sempre più protagonisti dei successi degli Azzurri". Infatti la maglia verde, con colletto e bordo manica blu, creata dallo sponsor tecnico Puma, richiama casacca indossata, un'unica volta dall'Italia 65 anni fa, nella partita vinta contro l'Argentina per 2-0 il 5 dicembre 1954 allo Stadio Olimpico di Roma. Dopo quell'occasione, le Nazionali giovanili adottarono il verde, lasciando l'azzurro per anni in esclusiva alla Nazionale maggiore.

Puma Football ha creato un kit verde ispirandosi al cambiamento in corso nella Nazionale, "in cui un gruppo di giovani calciatori sta conquistando un ruolo importante nella rosa Azzurra (12 calciatori tra quelli in raduno da oggi a Coverciano hanno 25 anni o meno)". Come spiega in una nota lo sponsor: "Il kit fa parte di una più ampia collezione caratterizzata dalla grafica rinascimentale creata in esclusiva per la Figc con l'obiettivo di dare un'ondata di novità sia in campo che fuori".  

image

Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha commentato: "Il verde simboleggia il grande lavoro che stiamo facendo con i giovani e la Nazionale di Mancini ne è un esempio straordinario". Aggiungendo: "Vogliamo celebrare il rinascimento del calcio italiano, in campo e fuori, con un simbolo che non sostituisce l'azzurro, ma lo rende ancora più luminoso".

PRIMO ALLENAMENTO IN VERDE - Oggi il primo allenamento della Nazionale, questo pomeriggio a Coverciano, in maglia verde. I giocatori agli ordini di Mancini, si sono presentati in campo già vestiti di verde, la terza maglia presentata dallo sponsor tecnico Puma. La squadra è stata divisa in due: un gruppo formato da Zaniolo, Spinazzola, Di lorenzo, Biraghi, Bernardeschi, Chiesa, El Shaarawy, Barella, Izzo, Insigne, Verratti, Immobile, Belotti, Grifo, Jorginho oltre ai portieri Donnarumma e Sirigu, ha svolto corsa e esercitazioni in campo. Invece altri 7 hanno lavorato in palestra: Meret, Gollini, Bonucci, D'Ambrosio, Mancini, Romagnoli e Cristante. Assente Acerbi, in permesso per partecipare ai funerali di Giorgio Squinzi, suo presidente ai tempi del Sassuolo.