L'esultanza di Caicedo dopo la rete che ha sbloccato la gara
L'esultanza di Caicedo dopo la rete che ha sbloccato la gara

Roma, 17 aprile 2019 – La Lazio supera in scioltezza l’Udinese per 2-0 grazie alla rete di Caicedo e l’autogol di Sandro. I biancocelesti archiviano la pratica friulana nel primo tempo, poi si limitano a gestire nel secondo. Il recupero della 25esima giornata permette agli uomini di Inzaghi di rilanciarsi in zona Europa e di sperare in un finale di stagione migliore.

PRIMO TEMPO – Nonostante le assenze di Luis Alberto e Correa, Inzaghi non cambia modulo inserendo Parolo e Caicedo. La Lazio gioca bene e fa la partita. Scambi di prima e due occasioni ghiotte per Caicedo per sbloccare la gara. La prima di testa, la seconda con un inserimento e un tiro da posizione troppo defilata. L’Udinese sembra subire, poi al 20esimo prova a farsi vedere davanti con un colpo di testa di Badu che si stampa sulla traversa. Un campanello d’allarme per la Lazio, che recepisce il messaggio e accelera subito dopo. Passano pochi secondi e una combinazione fra Immobile e Caicedo, permette all’ecuadoregno di presentarsi in area e calciare di controbalzo. Tiro improvviso che prende il palo interno e si insacca in rete. Gli uomini di Tudor accusano il colpo e i capitolini trovano subito il raddoppio su calcio d’angolo. Il colpo di testa di Milinkovic carambola sui piedi di Sandro, che involontariamente insacca il pallone nella porta sbagliata. La Lazio ora gioca in scioltezza, Immobile ha una buona occasione alla mezzora per chiuderla definitivamente ma è impreciso. Al 45esimo gli uomini di Inzaghi trovano la terza rete con Acerbi, ma Calvarese, dopo il consulto col Var, annulla per un presunto fallo di mano in area di Milinkovic.

SECONDO TEMPO – Dopo una prima frazione solo a tinte biancocelesti, l’Udinese prova una reazione d’orgoglio nella seconda. I friulani al 51esimo hanno una ghiottissima occasione per riaprire la gara. Lulic infatti atterra Lasagna in area, Calvarese non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri va De Paul, che calcia angolato ma si fa intuire la conclusione da Strakosha, festeggiato subito dai suoi compagni. Per l’Udinese è il quinto rigore stagionale fallito, tre quelli personali sbagliati da De Paul. L’occasione fallita è un colpo di grazia per gli ospiti, che da questo momento non riescono più a rendersi pericolosi. La Lazio addormenta la gara e gestisce le forze, attaccando solamente in alcune ripartenze. La più pericolosa con Immobile, che al 74esimo riesce a servire Parolo al limite, liberandolo per il tiro. Musso è però attento e spedisce in corner. La Lazio torna così alla vittoria dopo aver ottenuto un solo punto nelle ultime tre partite con Spal, Sassuolo e Milan, e si rilancia in zona Europa, a meno tre dal quarto posto.