Igli Tare
Igli Tare

ROMA, 16 maggio 2020 – La Lazio è sempre più vicina a chiudere per Luis Suarez. Il calciatore di proprietà del Watford, ma in prestito al Saragozza, ha già accettato la proposta dei biancocelesti. Ad oggi guadagna 300mila euro all’anno, i biancocelesti avrebbero addirittura quintuplicato il suo ingaggio, offrendo 1,5 milioni per 5 anni. Il club biancoceleste è pronta a scommettere su di lui. Nonostante sia esploso solo in questa stagione, segnando 17 gol nella seconda serie spagnola, Tare è convinto che si tratti di un potenziale crack. Non è un caso se altri club importanti, hanno messo gli occhi su di lui. Manca ancora la stretta di mano col Watford, che può arrivare su una cifra di 15 milioni più bonus. Il suo contratto è in scadenza nel 2022 e senza rinnovo, la prossima stagione il suo prezzo potrebbe vertiginosamente calare. Il calciatore è seguito dall’agenzia You First Sports, la stessa di Luis Alberto, Jony e Durmisi.

CORREA - A un anno di distanza dalla settima Coppa Italia nella storia della Lazio, Joaquin Correa, autore del gol all'Atalanta, che ha consegnato ai biancocelesti l’ambito trofeo, è tornato a parlare di quei momenti ai microfoni dei canali ufficiali della società: “È passato un anno da quella giornata bellissima per tutti i laziali e per tutti noi che ci abbiamo messo tanto lavoro. Siamo contenti di aver raggiunto un traguardo così importante per la storia della Lazio. Eravamo in un momento di difficoltà, ho visto Caicedo lanciare il pallone ed ho iniziato a correre con le ultime forze che mi rimanevano”. Poi sul gol: “Sono arrivato sulla sfera prima di Freuler, poi mi sono sbrigato perché la difesa dell’Atalanta stava tornando. Per fortuna il pallone è andato finire in porta. Poi terminata la partita ho visto Leiva correre verso di me ed è stato bellissimo, ci siamo tutti abbracciati dopo tutte le sofferenze dell’anno. Ho festeggiato con la famiglia ed è stato bellissimo. La gente che ha lavorato con noi e che ci ha sostenuti era lì, è stato bello vederli e festeggiare con loro”.