Luis Alberto festeggia con Ciro Immobile la vittoria sulla Roma (Ansa)
Luis Alberto festeggia con Ciro Immobile la vittoria sulla Roma (Ansa)

Roma, 16 gennaio 2021- Roma è biancoceleste, almeno per questa notte. La Lazio si aggiudica il derby battendo la Roma per 3-0: per i ragazzi di Inzaghi è la terza vittoria consecutiva in campionato, la più importante dal punto di vista del morale. Tutto da rifare per i giallorossi che trovano il primo KO di questo nuovo anno.

Le emozioni di Luis Alberto e Inzaghi

Uno dei protagonisti assoluti di questa serata è senza dubbio Luis Alberto, autore di una bella doppietta. E nel post partita lo spagnolo non ha saluto trattenere tutta la sua gioia: "Per noi quest'anno era importantissimo vincere, in campionato non stavano facendo al meglio però nelle ultime settimane c'è stata una squadra diversa. Oggi abbiamo confermato tutto con una mentalità vincente per continuare a crescere. Abbiamo fatto il passo avanti vincendo con le big ma non dobbiamo perdere la concentrazione contro le altre squadre". E sul ruolo da ricoprire in questa Lazio ha le idee chiarissime: "Io mi sento di aiutare la squadra per vincere, adesso sta toccando a me segnare e deve essere così. E' una questione di tempo e di continuare a lavorare".

Stesse emozioni anche per Simone Inzaghi che con un filo di voce loda la sua Lazio: “Abbiamo fatto una grandissima gara, di rabbia, di corsa, di determinazione. I ragazzi sono stati splendidi, ma l’avevo detto ieri in conferenza: avevo visto gli occhi giusti e l’avevano preparata nel migliore dei modi. Siamo stati bravissimi, abbiamo strameritato questa vittoria. Ci dà grandissima soddisfazione, è stata voluta con tutte le forze, per i nostri tifosi che sono venuti in massa”

Fonseca analizza la Roma

Meno tranquillo l'ambiente giallorosso dopo la sconfitta di questa sera. La Roma in questo campionato non ha ancora vinto una partita contro una big e la sconfitta di questa sera mette fine a un periodo di grandissima forma per la Roma. Ad analizzare la situazione ci pensa proprio Paulo Fonseca: "Nei primi minuti siamo entrati bene, poi sappiamo che contro la Lazio se sbagli è difficile recuperare. Dopo i due gol non abbiamo avuto la capacità per attaccare bene, la Lazio si chiude bene". A pesare tanto sono anche i due errori in fase difensiva di Ibanez che hanno quasi regalato due reti alla Lazio. Ma Fonseca non mette sotto accusa il suo giocatore: “Ne parliamo perché i due gol sono successi lì, ma erano situazioni senza pericoli. È vero che Lazzari ha fatto una buona partita, ma penso che si può riassumere col fatto che abbiamo preso due gol che non possiamo prendere”. E sulla presunta mancanza di coraggio della sua Roma, l’allenatore risponde così: “Non credo, penso che il primo tempo abbia deciso la partita. Dopo abbiamo rischiato, la Lazio si chiude molto bene. Ci è mancata la profondità, abbiamo girato il pallone senza trovare soluzioni anche per merito della Lazio che si è chiusa bene. La squadra ha sempre avuto l’intenzione di attaccare, ma senza trovare la profondità per merito dell’avversario.”.

Leggi anche - Calciomercato, tutte le notizie della giornata