Torino, 16 aprile 2018 - Neanche 24 ore dopo la vittoria contro la Sampdoria, la Juve è tornata in campo a Vinovo. Nel mirino c'è infatti la sfida di mercoledì in casa del Crotone. Una tappa che potrebbe rivelarsi fondamentale nella corsa verso lo Scudetto. Vincendo allo "Scida", la Signora confermerebbe il proprio vantaggio sul Napoli, presentandosi così allo scontro diretto di domenica sera in programma all'Allianz Stadium con l'occasione di chiudere virtualmente i giochi per il Tricolore. Proprio per questo, la trasferta in terra calabrese è tutt'altro che da sottovalutare. Anzi, le gare con Spal e Benevento insegnano come sia complicato in questo momento affrontare formazioni in lotta per la salvezza.

I ragazzi di Zenga scenderanno in campo con il coltello fra i denti e arroccati in difesa per blindare la propria porta, sfruttando le ripartenze per provare a far male alla difesa bianconera. Allegri ha in mente qualche cambio rispetto alla formazione che ha battuto la Samp. A centrocampo mancherà Pjanic, che stamani ha iniziato le terapie per recuperare dall'affaticamento muscolare accusato nel corso del match di ieri. Altro assente certo è De Sciglio, che rischia di aver terminato anzitempo la propria stagione: al suo posto dovrebbe toccare a Lichtsteiner. In difesa si rivedrà Benatia (Chiellini potrebbe riposare in vista del Napoli), così come in attacco Higuain tornerà dal primo minuto.

A lasciargli spazio potrebbe essere un centrocampista. Non è da escludere infatti che Allegri opti per il 4-2-3-1, con due fra Bentancur, Matuidi e Khedira in campo: altrimenti tutti e tre verranno schierati contemporaneamente. Intanto, il nazionale francese della Juventus ha parlato del periodo che sta attraversando la squadra. "L’applauso dell’Allianz Stadium di ieri è stato un bel momento, siamo contenti di questo. Abbiamo dimostrato contro il Real Madrid di essere vicini a fare qualcosa di grande anche in Champions League: dobbiamo essere fieri di quanto fatto", il pensiero del numero 14 bianconero, intervenuto ai microfoni di Jtv.

"Non molliamo mai, il campionato è molto serrato. Lo Scudetto - continua Matuidi - sarebbe qualcosa di magnifico, straordinario. Il mister contro la Sampdoria ci ha ricordato come fosse assolutamente necessario vincere, stando molto attenti alla fase difensiva. Adesso siamo a più sei dal Napoli, questo è davvero un momento importante, fondamentale sarà vincere a Crotone. Howedes? Siamo tutti molto felici per lui, ha lavorato bene e duramente, e questa gioia lo ricompensa dei suoi sforzi".