Allegri e Ronaldo
Allegri e Ronaldo

Torino, 21 agosto 2021 - "Ronaldo giovedì non ha giocato contro l'Under 23 perché gli ho dato mezza giornata libera. Ma sta bene e per domani sarà a disposizione. Se resta? Non ci ha mai detto di voler andare via". Massimiliano Allegri mette così a tacere le voci riguardanti Cristiano Ronaldo e una sua possibile partenza. Il portoghese comincerà dal primo minuto contro l'Udinese, nell'esordio in campionato della Juventus. "Sarà un valore aggiunto per noi perché ci garantisce tanti gol. Chiaro che poi dovremo lavorare di squadra per esaltarlo", sottolinea il tecnico bianconero alla vigilia della trasferta alla Dacia Arena. 

"Locatelli con noi a Udine"

L'altro grande osservato in terra friulana sul fronte juventino sarà Paulo Dybala, che in questo precampionato è sembrato già in forma e pronto per una grande stagione. "Paulo si è presentato al raduno come il suo primo anno qua. E' consapevole che le ultime due annate non sono state al livello delle sue potenzialità. Lui è bravo, per giocare a calcio a grandi livelli pero bisogna allenarsi ad una certa intensità. Se scenderà in campo dal primo minuto sarà capitano". Chi sicuramente non comincerà dall'inizio è l'ultimo arrivato, Manuel Locatelli. "Sono molto contento del suo arrivo. Non è in condizioni ottimali e quindi avrà bisogno ancora di qualche giorno. Domani verrà a Udine e se ci sarà bisogno potrà giocare 15/20 minuti".

Inter favorita

Ai suoi Allegri chiede soprattutto di non sottovalutare l'Udinese. "La prima di campionato è sempre un partita difficile soprattutto perché troviamo una squadra molto forte fisicamente. L'Udinese ha giocatori bravi in contropiede e dietro sono ben strutturati - spiega l'allenatore juventino - Per portare a casa i tre punti a casa bisognerà essere pronti e servirà fare una prestazione solida e tecnica con grande pazienza. Se partiamo per vincere lo scudetto? Di solito la favorita è chi si aggiudica il precedente campionato. Noi rientriamo fra quelle squadre che puntano a lottare per il titolo, però facciamo un passo alla volta e pensiamo alla partita di domani". 

Leggi anche: Il calendario della Juve