Andrea Pirlo (Ansa)
Andrea Pirlo (Ansa)

Torino, 10 aprile 2021 - La parola d'ordine in casa Juventus è solo una: continuità. Andrea Pirlo ha parlato degli obiettivi dei bianconeri durante la conferenza stampa di rito alla viglia del match con il Genoa, in programma domani pomeriggio all'Allianz Stadium. Tra i temi toccati c'è anche quello spinoso legato al rinnovo di contratto di Paulo Dybala.

La sfida contro il Genoa

La Juventus arriva dalla fondamentale vittoria ottenuta mercoledì nel recupero della terza giornata di Serie A contro il Napoli. Una partita che ha dato diversi motivi per sorridere al tecnico Andrea Pirlo: "Sono soddisfatto dell'atteggiamento, dello spirito e della volontà dimostrata dai ragazzi - ha affermato l'allenatore. Sono tutti elementi che dobbiamo mantenere e mettere in campo anche domani. Ora serve dare continuità".

L'allenatore della Vecchia Signora ha dato anche qualche indicazione sulla probabile formazione titolare: "In porta ci sarà Szczesny, davanti dovrebbe giocare Kulusevski". Probabile panchina per Paulo Dybala, rientrato mercoledì da uno stop di tre mesi e autore del gol decisivo contro il Napoli: "Paulo sta bene, ma ancora non è pronto per partire dal primo minuto; avrà bisogno di giocare prima un altro spezzone di partita. Fa la differenza e mi spiace non averlo avuto molto a disposizione in questa stagione, spero di poterlo schierare accanto a Morata e Cristiano Ronaldo in futuro".

A centrocampo stanno bene Arthur e McKennie, mentre Demiral ha ancora bisogno di recuperare il giusto minutaggio: "Chiellini partirà titolare in difesa e Cuadrado può giocare alto anche contro il Genoa", ha concluso Pirlo.



L'andamento della stagione e il rinnovo di Dybala

Andrea Pirlo è stato incalzato anche sui diversi punti persi durante la stagione, che hanno pregiudicato alla squadra la lotta per lo scudetto: "Abbiamo perso tanti punti contro squadre più in basso di noi in classifica, però ci sono ancora tanti punti in palio e vogliamo chiudere alla grande".

Sul futuro di Dybala, l'allenatore della Juve non si è sbilanciato troppo: "Paulo è un giocatore importante e ora guardiamo al presente. Il suo contratto dura comunque un'altra stagione". Chiosa finale sul VAR, non proprio impeccabile nel match di mercoledì contro i partenopei: "E' uno strumento che può aiutare concretamente gli arbitri ed è giusto che venga utilizzato".

Leggi anche: De Rossi ricoverato per Covid, le sue condizioni di salute