Tonali contrastato da Castrovilli (Ansa)
Tonali contrastato da Castrovilli (Ansa)

Milano, 26 giugno 2020 – Sandro Tonali si avvicina sensibilmente all’Inter. L’amministratore delegato Beppe Marotta è pronto ad investire sul mediano del Brescia lasciando pista libera alla Lazio per Marash Kumbulla del Verona. I contatti con l’entourage del calciatore vanno avanti da tempo, mentre per quanto riguarda le richieste del Brescia potrà esserci uno sconto rispetto ai 50 milioni inizialmente richiesti. Mai come oggi Tonali è vicino al passaggio in nerazzurro.

40 MILIONI – L’Inter ha dunque scelto di dirottare le proprie risorse principali su Sandro Tonali, talento molto apprezzato da Marotta e Conte e capace di dare ulteriore qualità ad un centrocampo ancorato solamente alla regia di Brozovic. Dovendo scegliere, l’Inter ha deciso di concentrarsi su Tonali mollando la pista Kumbulla e dal Brescia potrebbe arrivare uno sconto. I nerazzurri hanno già il sì del giocatore, molto felice di andare all’Inter e propenso a restare in Italia, manca ancora quello con il Brescia che nelle ultime ore ha ammorbidito le proprie posizioni. Cellino inizialmente aveva chiesto 50 milioni, alla fine potrebbe incassarne circa 40 comprensivi di bonus, comunque tanti in un calcio post coronavirus e con alle viste una possibile retrocessione in Serie B. Sandro Tonali, dunque, è molto vicino a essere il primo grande colpo di mercato dell’estate nerazzurra.

KUMBULLA A ROMA – Tra gli altri obiettivi di Marotta e Conte c’era anche il giovane difensore del Verona Marash Kumbulla, ma sarebbero serviti altri 30 milioni. Ecco allora che, con altri rinforzi da provare a prendere, non si molla ancora Arturo Vidal, il club nerazzurro avrebbe deciso di mollare la pista scaligera. Kumbulla appare dunque diretto verso Roma sponda Lazio, dove Lotito e Tare sono disposti a soddisfare le richieste di Maurizio Setti. Questo però non impedirà all’Inter di cercare un difensore centrale se davvero Diego Godin dovese lasciare Milano dopo una sola stagione. L’uruguagio ormai è sceso nelle gerarchie dietro al giovane Bastoni.