Antonio Conte
Antonio Conte

Milano, 2 maggio 2021 – Il diciannovesimo Scudetto della storia dell’Inter porta la firma di Antonio Conte. L’ex tecnico della Juventus ha interrotto una egemonia che durava da nove anni e riportato in nerazzurro un tricolore dopo undici anni (l’ultimo nell’anno del Triplete). Doppia soddisfazione per Conte e Marotta, due ex bianconeri che sono riusciti a vincere ancora una volta un campionato.

Successo tra i più importanti in carriera

Vittorie alla Juventus, al Chelsea e all’Inter per Antonio Conte che si conferma uno squalo da campionato. Su 38 partite è uno dei migliori in circolazione e passerà alla storia come colui che ha interrotto il dominio Juve da allenatore dell’Inter. Ce n’è abbastanza per considerarlo uno dei successi più importanti: “Siamo felici per il risultato ottenuto – le parole di Conte a Raisport – E’ un bel momento per chi ha lavorato per arrivare a questo trofeo e per i tifosi. Lo considero come uno dei successi più importanti della mia carriera perché venire qui non era una scelta facile”. Per di più da ex Juventino nella squadra rivale: “Sono venuto nella squadra avversaria della Juventus dove non solo ho giocato ma allenato: loro dominavano e ho accettato la sfida con grande voglia. La vittoria ripaga dei sacrifici fatti”.
 

L’uscita dalla Champions

Nel corso della stagione anche la dura uscita dalla Champions League, quando all’epoca l’Inter sembrava aver fallito la stagione con uno Scudetto a inseguire il Milan e una campagna europea terminata inopinatamente: “Quello è stato il momento più difficile della stagione – l’analisi del tecnico – Sono piovute critiche esagerate da tutte le parti e noi avevamo una squadra di ragazzi non abituati a giocare partite di quel tipo. Siamo stati bravi a compattarci e a trasformare le critiche in benzina per essere più forti”.

Ma c’è ancora un finale di stagione da giocare e che prevede Juventus-Inter allo Stadium: “Per loro conterà tanto e noi faremo la nostra parte cercando di ottenere il massimo. Aver vinto lo Scudetto è incredibile ma continueremo a giocare le nostre partite per vincere”. Non è tempo invece di pensare al futuro: “In questo momento è giusto godere della vittoria – la chiosa di Conte – Abbiamo fatto qualcosa di straordinario e nessuno ci ruberà questa gioia. Non faremo l’errore di andare dietro a liti e riunioni in questo momento”.

Leggi anche - Scudetto Inter: la festa in Piazza Duomo