venezia, David Okereke in gol contro l'Empoli (Ansa)
venezia, David Okereke in gol contro l'Empoli (Ansa)

Empoli, 11 settembre 2021 - La lunga sosta, impreziosita dai festeggiamenti per lo storico successo sul campo della Juventus, evidentemente non ha fatto bene all'Empoli, che perde in casa 2-1 contro il Venezia. Per i lagunari un gol per tempo: a segnare Henry nella frazione iniziale e il neo entrato Okereke nella ripresa. Vano nel finale il rigore trasformato da Bajrami che non basta a evitare ai padroni di casa una sconfitta meritata anche alla luce delle tante difficoltà affrontate dagli ospiti, colpiti nell'arco della partita da una lunga sequela di infortuni: per i veneti e per Paolo Zanetti arriva così il primo successo in Serie A dopo un inizio decisamente in salita.

Empoli-Venezia 1-2, rivivi la diretta

Calendario Serie A - Classifica Serie A

Primo tempo

Al 3' Johnsen parte da sinistra, si accentra e col destro non va lontano dalla traversa. E' solo l'anteprima del meritato vantaggio del Venezia, che arriva al 13' grazie alla scivolata vincente di Henry su cross basso di Aramu, che sarà poi costretto a uscire per un problema fisico. Il francese cerca il bis al 20' con un colpo di testa su traversone di Mazzocchi che esce di un soffio: al 32' va ancora più vicino al raddoppio Johnsen, che salta in velocità Ismajli ma poi sciupa tutto colpendo in pieno Vicario.

Serie A, le partite del sabato

Serie A. giornata 3: formazioni e orari tv

Secondo tempo

L'alba della ripresa è all'insegna di tante sostituzioni dovute principalmente a guai fisici su entrambi i fronti: gli ospiti in particolare devono rinunciare a Lezzerini e Fiordilino, rimpiazzati rispettivamente da Maenpaa e Crnigoj. Tra i volti nuovi inseriti da Zanetti c'è anche Okereke, che al 68' riceve da Henry nella sua metà campo, galoppa a lungo evitando il ritorno della difesa di casa e col mancino trafigge Vicario sul secondo palo. Solo un episodio può ridare vigore alle speranze dell'Empoli: episodio che si materializza all'88', quando Maenpaa travolge Henderson, bravo precedentemente a penetrare nella difesa ospite. Rapuano indica il dischetto, sul quale si presenta Bajrami, che spiazza l'estremo difensore del Venezia e dimezza lo svantaggio. I lagunari, nel secondo dei 7' di recupero, potrebbero chiudere subito la contesa, ma Okereke stavolta, arrivato in area, temporeggia troppo e subisce l'ottimo ritorno di Marchizza. Al 96' Bajrami, da calcio piazzato, potrebbe trafiggere ancora Maenpaa, ma stavolta quest'ultimo si salva e protegge così il primo prezioso successo del Venezia in Serie A.

Tabellino

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic ( st Henderson), Ismajli (1' st Tonelli), Luperto, Marchizza; Haas (31' st Zurkovski), Ricci (17' st Stulac), Bandinelli (1' st Di Francesco); Bajrami; Mancuso (17' st Pinamonti), Cutrone. (1 Ujkani, 22 Furlan, 42 Viti, 6 Romagnoli, 19 La Mantia, 27 Zurkowski, 35 Baldanzi). All.: Andreazzoli. 

Venezia (4-3-3): Lezzerini (1' st Maenpaa); Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Schnegg (1' st Molinaro); Vacca (21' st Okereke), Busio, Fiordilino (st 9' Crnigoj); Aramu (33' pt Heymans), Henry, Johnsen. (8 Tessman, 9 Forte, 13 Modolo, 22 Ebuehi, 23 Kiyine, 30 Svoboda, 55 Haps). All.: Zanetti. 

Arbitro: Rapuano di Rimini. 

Reti: nel pt 13' Henry; nel st 23' Okereke, 44' Bajrami (rig.). 

Angoli: 8 a 2 per l'Empoli. Recupero: 4' e 7'. Ammoniti: Ismajli, Henry e Johnsen, Aramu, Heymans, Maenpaa per gioco falloso, Lezzerini per comportamento non regolamentare. Spettatori: 2.511. 
 

Leggi anche - Serie A, le probabili formazioni della giornata 3