Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 apr 2022
francesco bocchini
Sport
19 apr 2022

Coppa Italia, verso Juve-Fiorentina. Allegri: "L'1-0 dell'andata cambia poco"

Le parole del tecnico livornese alla vigilia della semifinale di ritorno di Coppa Italia fra bianconeri e viola 

19 apr 2022
francesco bocchini
Sport
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Torino, 19 aprile 2022 - "L'1-0 del Franchi cambia poco. La Fiorentina è una squadra propositiva, che crea tante occasioni. Ha vinto a Napoli, l'altro giorno in casa con il Venezia ha fatto una buona partita, a Milano con l' Inter una grande prestazione. Non possiamo pensare al risultato dell'andata. Il nostro unico vantaggio è che abbiamo due risultati su tre. Occorre scendere in campo sapendo quello che c'è da fare".   Massimiliano Allegri mette in guardia la sua Juventus alla vigilia della semifinale di ritorno di Coppa Italia all'Allianz Stadium con la Fiorentina: non bisogna speculare sul successo ottenuto il 2 marzo, altrimenti si rischia le beffa contro una squadra "in forma e che sta facendo una grande annata. Italiano si sta confermando dopo l'ottimo lavoro con lo Spezia", il parere del tecnico bianconero. 

Riecco Bonucci

Riguardo alla formazione titolare, Allegri dà ben poche indicazioni. "Centrocampo? Ne ho due di ruolo, Zakaria e Rabiot , oltre a Miretti . Non lamentiamoci, bastano. Danilo si potrà rivedere, anche se non so dove. Stiamo tutti bene comunque, domani più che mai saranno importanti i cambi. Chi scenderà in campo dall'inizio dovrà tenere un ritmo alto, dato che il ritmo della Fiorentina nei primi 60/70 minuti di gara è davvero buono. Servirà essere bravi a mettersi al pari loro. Per quanto concerne la formazione, deciderò dopo la rifinitura di domani. Posso dire che Perin e Bonucci saranno titolari". 

"Ecco cosa dobbiamo migliorare"

Dopo l'uscita anticipata dalla Champions League e la resa Scudetto, la Vecchia Signora è obbligata almeno a centrare la finale di Coppa Italia. "Coppa Italia? Se la vinci non conta nulla, se perdi è un fallimento. Innanzitutto bisogna pensare ad arrivare fra le prime quattro in campionato. A inizio gennaio nessuno pensava che a questo punto avessimo cinque lunghezze di margine sulla quinta, adesso bisogna essere bravi a difendere questo vantaggio. Corsa Scudetto? Ci è mancato quel qualcosa in più per vincere alcune partite. Su questo dobbiamo riflettere e lavorare, ma l'anno prossimo secondo me andremo sicuramente meglio. Occorre diventare più efficaci in zona gol e salire di posizioni come attacco (attualmente la Juve è in decima posizione, nda)". Contro il Bologna però ad Allegri non è piaciuta soprattutto la fase difensiva. "Abbiamo avuto tante chances per segnare, dobbiamo riaggiustare la fase difensiva. Critiche da parte di Lapo Elkann ? Lapo uno dei primi tifosi della Juventus, avrà espresso il suo pensiero. Abbiamo davanti a noi 35 giorni importanti, le valutazioni verranno fatte dopo. Quando sei alla Juventus giochi sempre per vincere e sei sempre sotto pressione". 

Leggi anche: Napoli, in frantumi il sogno Scudetto

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?