Champions ed Europa League potrebbero chiudersi a fine agosto
Champions ed Europa League potrebbero chiudersi a fine agosto

Roma, 16 aprile 2020 - La riorganizzazione dei calendari è uno dei temi più delicati che sta affrontando il mondo del calcio, ancora intenzionato a salvare la stagione in corso per provare a ritornare a breve alla normalità senza troppi danni. Precedenza ai campionati, che andranno completati su spinta delle varie federazioni nazionali e internazionali, ma ovviamente bisogna pensare anche alle coppe europee. Perché se qualche settimana fa era stato ufficializzato da Uefa lo spostamento delle finali di Champions ed Europa League a fine giugno, è chiaro che neanche quelle date potranno essere confermate.

Serve dunque una data limite, che il presidente Uefa Ceferin ha individuato nel 29 agosto. Entro una settimana si dovrebbe avere una posizione ufficiale su quelli che saranno i tempi per le coppe europee, al momento più a rischio rispetto ai campionati per questioni geografiche, visto che i tanti spostamenti internazionali sarebbero molto più complicati da gestire rispetto ai tornei da disputare entro i rispettivi confini.

Sicuramente quindi le coppe ripartiranno in un secondo momento rispetto ai campionati, anche per avere quel margine temporale in più per avere maggiore sicurezze sul tema spostamenti. Ci si potrà dilungare, ma non oltre il mese di agosto: la data verrà probabilmente ufficializzata la prossima settimana, possibilmente entro il 23 aprile, ma la posizione sembra ormai abbastanza chiara, ossia quella di non superare la soglia del 29 agosto.

Quella sarà la data della finale di Champions League da disputare a Istanbul, mentre tre giorni prima andrebbe disputata quella di Europa League a Danzica in Polonia. Qualora non fosse possibile terminare i tornei entro questa parte del calendario allora si dovrebbe pensare direttamente alla prossima stagione, con la rinuncia degli eventi più importanti della stagione dei club.