La gioia dei giocatori dell'Atalanta (Newpress)
La gioia dei giocatori dell'Atalanta (Newpress)

Bergamo, 25 aprile 2019 - L'Atalanta vola in finale di Coppa Italia, battendo in rimonta per 2-1 la Fiorentina (l'andata era finita 3-3). Un successo che galvanizza ancora di più gli uomini di Gasperini, attualmente il lotta anche per un posto in Champions. Nella sfida del 15 maggio all'Olimpico contro la Lazio, dunque i bergamaschi proveranno ad alzare quel trofeo, finora conquistato unicamente nel lontano 1963.

Atalanta-Fiorentina 2-1, rivivi la gara

LA CRONACA - Avvio di partita choc per l'Atalanta che dopo soli tre minuti si fa trovare scoperta in difesa e concede la rete agli avversari. Splendido filtrante di Chiesa che pesca Muriel in posizione regolare, il colombiano si presenta davanti a Gollini e lo trafigge col mancino per l'1-0. La Dea, colpita a freddo, subisce gli alti ritmi imposti dalla viola che al 5' sfiora la rete con Chiesa e all'11' cestina una clamorosa palla gol con Veretout che si fa murare dall'uscita di Gollini.

Un'ingenuità di Ceccherini però riporta l'incontro in parità: il difensore affonda il tackle in area su Gomez costringendo l'arbitro Calvarese a concedere il penalty. Timide proteste dei viola, conferma dal silent check del Var e Ilicic si presenta sul dischetto: lo sloveno calcia perfettamente alla sinistra di Lafont che intuisce ma non riesce a respingere il tiro. Quattordici minuti e un gol per parte con la gara che prende una strada favorevole ai bergamaschi, impadronitisi del pallino del gioco dopo un inizio insufficiente.

Anche in avvio di seconda frazione la Fiorentina buca la difesa avversaria con l'assist di Muriel per Benassi, ma Gollini si supera in uscita. Poi la squadra di Montella esce completamente dalla partita lasciando campo ai padroni di casa. Al 50' ci prova Gomez da fuori area, pericolosi anche Zapata e Pasalic ma gli attacchi della Dea vengono respinti efficacemente da Lafont. E' proprio il portiere della Viola, però, a regalare il vantaggio agli avversari al 69' con una respinta completamente da dimenticare sul tiro di Gomez. Il Papu si presenta al limite dell'area, carica il destro e buca clamorosamente Lafont che smanaccia e butta il pallone dentro la propria porta. Un gol che chiude il discorso qualificazione e fa esplodere la festa dello stadio Azzurri d'Italia. 

image

Tabellino
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Masiello, Djimsiti, Palomino; Castagne, De Roon, Freuler (13' st Pasalic), Gosens (47' st Pessina); Gomez; Ilicic (40' st Mancini), Zapata. In panchina: Berisha, Rossi, Reca, Piccoli, Ibanez, Colpani, Delprato, Cambiaghi, Barrow. Allenatore Gasperini 
Fiorentina (3-5-2): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini; Mirallas (43' st Edimilson), Benassi (33' st Simeone), Veretout, Gerson (20' st Dabo), Biraghi; Muriel, Chiesa. In panchina: Brancolini, Ghidotti, Laurini, Norgaard, Hancko, Medja Beloko, Graiciar, Vlahovic, Vitor Hugo. Allenatore Montella 
Arbitro: Calvarese di Teramo
Reti: 3' pt Muriel, 14' pt Ilicic (rig); 24' st Gomez. 
Note - Ammoniti: Gosens, Ceccherini, Pezzella e Mirallas. Angoli: 9-3. Recupero: 1' pt, 4' st.

Lazio, Correa e Immobile: "Finale meritata, lo dovevamo ai tifosi"