Segafredo Virtus Bologna-Allianz Pallacanestro Trieste
Segafredo Virtus Bologna-Allianz Pallacanestro Trieste

Bologna, 16 ottobre 2021 – La terza giornata del campionato di Serie A di basket – cominciata con il successo interno della Happy Casa Brindisi a spese della Fortitudo Bologna – è proseguita con le vittorie della Dolomiti Energia Trento e della Virtus Segafredo Bologna. La compagine trentina ha colto il secondo sigillo consecutivo sbancando Reggio Emilia 78-74. Sugli scudi tra i bianconeri il terzetto composto da Jordan Caroline (19 punti e 7 rimbalzi), Diego Flaccadori (17 punti) e Cameron Reynolds (18 punti). Alla Unahotels non sono invece bastati i 12 punti e 11 assist di Andrea Cinciarini, i 17 punti di Osvaldas Olisevicius e i 16 di Mikael Hopkins. Dopo un primo tempo giocato in sostanziale equilibrio, Trento ha tentato il primo allungo arrivando a +10 sul (43-53), ma Reggio si aggrappata ad Olisevicius per rimettere tutto in discussione e agguantare la nuova parità a quota 55 punti. I biancorossi, però, nulla hanno potuto quando Trento ha di nuovo accelerato con le bombe di Flaccadori e Reynolds all’alba della quarta frazione. Gli uomini di Caja, finiti a -11, non sono infatti più riusciti a colmare.

La Virtus cala il poker

Hanno ingranato la quarta, invece, i campioni d’Italia della Virtus Segafredo Bologna che hanno mandato al tappeto l'Allianz Trieste con un netto 95-79. Sul successo delle “Vu nere – che oggi hanno per la prima volta saggiato le qualità di Nico Mannion – c’è il timbro inconfondibile di Jakarr Sampson (17 punti), Marco Belinelli (20 punti) e di Amar Alibegovic (16 punti). Più che positiva, però, anche la prova di Ty-Shawn Alexander, preziosissimo dall’arco. I bianconeri hanno alzato i decibel del loro volume alla fine di un primo quarto da 35 punti segnati e 29 subiti, e poi nel secondo hanno rimpinguato il loro bottino toccando per la prima volta la doppia cifra di vantaggio sul 41-31. L’asticella del disavanzo si è poi alzata fino al 57-41, ma Trieste non si è data per vinta e nella terza frazione ha trovato la forza di riavvicinarsi fino al -6 (66-60), spinta da Adrian Banks (21 punti). Lo sforzo profuso è però costato caro ai giuliani che nel quarto quarto sono crollati sotto i colpi di Alexander, e Alibegovic.

Leggi anche - Eurolega, Milano cala il poker: al Forum cade anche l'Efes