Coach Frank Vitucci (Ciamillo-Castoria)
Coach Frank Vitucci (Ciamillo-Castoria)

Brindisi, 7 ottobre 2021 – Si chiude con la clamorosa debacle della Happy Casa Brindisi la settimana di Basketball Champions League FIBA delle squadre italiane: la formazione salentina è stata infatti travolta 61-78 tra le mura amiche del PalaPentassuglia dall’Hapoel Holon, condotto in panchina dall’italiano Maurizio Buscaglia. La formazione israeliana è stata guidata al successo dalle prestazioni maiuscole di Steven Gray (20 punti), Chris Johnson (18 punti e 6 rimbalzi) e dell’ex Cantù, Sassari e Milano Joe Ragland che ha chiuso anch’egli a quota 18 punti. Il match è stato a senso unico visto che l’Hapoel Holon è riuscito a mettere in chiaro le proprie intenzioni in un primo quarto dominato in lungo e in largo e chiuso a +20 con Brindisi in singola cifra (9-29). A quel punto è stato tutto fin troppo facile per gli uomini di coach Buscaglia che hanno toccato il loro apice sul 39-74 all’alba del quarto quarto.

La delusione del presidente Marino

Resta invece ben poco da salvare in questo esordio europeo della Happy Casa. Estremamente deluso, a fine gara, anche il presidente dei salentini Ferdinando Marino che ha promesso ai presenti di questa sera l’entrata gratuita alla prossima gara casalinga di coppa: “Mi scuso a nome di tutti per la figura rimediata questa sera in Champions League – si legge sui profili social del club –, dispiace per la posta in palio ma soprattutto per il pubblico pagante. Tutti coloro che erano presenti questa sera al PalaPentassuglia potranno entrare gratuitamente alla prossima partita in casa BCL. È fondamentale restare vicini alla squadra – conclude il presidente – rialzarsi subito dopo questa pesante sconfitta”.

Leggi basket - Basket, Pau Gasol annuncia il ritiro: "Decisione sofferta ma ponderata"