Tappa 8, sabato 18 maggio
Tappa 8, sabato 18 maggio

L’Aquila, 17 maggio 2019 - Dopo la vittoria di Bilbao per distacco all'Aquila, si avvicina il primo vero banco di prova per gli uomini di classifica, ovvero la crono di domenica a San Marino. Prima però un’altra frazione interlocutoria al Giro d’Italia 2019.

Tappa 8, il percorso

E’ in programma la Tortoreto Lido-Pesaro di 239 chilometri, frazione spaccata a metà. Primi 127 chilometri totalmente pianeggianti e in riva all’Adriatico, quindi attenzione al vento di mare, poi al traguardo volante di Senigallia si va verso l’interno dove inizia un percorso vallonato e mosso che può variare lo spartito di una tappa che sembrerebbe adatta ai velocisti. Al chilometro 159 nuovo sprint intermedio di Calcinelli, poi Gpm di terza categoria di Monte della Mattera (9 chilometri di salita che potrebbero mettere in difficoltà qualche velocista), segue breve discesa poi ultimi due strappetti, Monteluro a 36 dal traguardo, e Gabicce Monte a 25 dal traguardo, prima di ritornare in zona mare per l’arrivo di Pesaro. Si direbbe tappa adatta a un tentativo di fuga, ma nel finale le squadre dei velocisti potrebbero ricucire eventuali gap con i fuggitivi e produrre un arrivo in volata.

Giro 2019, tutte le tappe e le altimetrie

Elia Viviani

Orari e tv

Partenza da Tortoreto Lido alle ore 11.25, dopo circa tre ore passaggio da Sinigallia, e dopo altri 45 minuti di corsa passaggio da Calcinelli. Primo Gpm di Monte Mattera tra le 15.21 e le 15.46, Gpm di Monteluro tra le 16.09 e le 16.39 e Gpm di Gabicce Monte tra le 16.25 e le 16.57. Arrivo previsto a Pesaro tra le 16.58 e le 17.33. Diretta Raisport Hd dalle 11.30 con ‘Villaggio di partenza’ e a seguire ‘Anteprima Giro’, switch alle 14.30 su Rai Due per il finale di tappa disponibile online sul sito raiplay. Live anche su Eurosport 1 a partire dalle 13.05 disponibile in streaming su Eurosport Player.

Startlist completa: squadre e partecipanti (coi numeri)

I favoriti

I favoriti sembrano essere i velocisti, può essere una chance per Viviani, Ewan, Ackermann e Demare, non per Gaviria che si è ritirato nella settima tappa per un problema al ginocchio.