Ricevere un regalo riempie di gioia
Ricevere un regalo riempie di gioia
Natale fa rima con regali e ogni anno ci spremiamo le meningi per trovare il giusto dono da impacchettare e consegnare a una donna speciale. Per aiutare nell'impresa, abbiamo raccolto alcuni consigli utili.

PER LA DONNA CHE AMA L'ARTE

Una bella stampa, la riproduzione di un quadro amato o di una fotografia importante per la destinataria del regalo: stiamo parlando di oggetti che arredano e dunque vale la pena di fare uno sforzo aggiuntivo. Una volta scelta la giusta immagine, non accontentiamoci di una cornice industriale, ma rivolgiamoci a un artigiano. Il prezzo è solo di poco superiore, ma la qualità è immediatamente evidente ed è nettamente più alta. Un secondo consiglio è quello di puntare su abbonamenti a musei, oppure ad associazioni come il FAI.

PER LA DONNA CHE AMA IL BUON BERE
Le statistiche lo dicono e gli osti confermano: le donne hanno una predilezione per lo spumante rosé. Per avere la garanzia di una bottiglia buona bisogna puntare sugli champagne o sui metodi classici: la lavorazione è sostanzialmente la medesima e siamo spesso di fronte a prodotti eccellenti. Una volta chiaro cosa cercare, l'ideale è recarsi in un'enoteca e chiedere ai sommelier di aiutarci nella scelta. Già che ci siamo possiamo anche farci spiegare come sono fatti i bicchieri ideali per uno spumante, quelli cioè che esaltano le note olfattive e gustative: anch'essi sono un dono gradito. E in commercio si trovano pure dei sottobicchieri carinissimi, ad esempio in ardesia naturale che fa un figurone.

PER LA DONNA CHE AMA LEGGERE
Una dritta utile è di andare a spulciare le liste dei libri candidati ai premi più importanti al mondo, che sono il Booker Prize e il Pulitzer: l'aspetto interessante è che spesso troviamo scrittrici di tutto rispetto, che magari non sono ancora famosissime, ma che meritano la lettura. E a proposito di autrici, sono donne le vincitrici dei due maggiori premi letterari italiani, cioè lo Strega e il Campiello.

PER LA DONNA CHE VUOLE COCCOLARSI
Qui ci sono due grosse categorie: le cose che puoi fare in casa e quelle che devi fare fuori. Nel primo caso è un sempreverde tutto quello che ruota attorno all'aromaterapia, con diffusori di oli essenziali, incensi da bruciare e anche saponi da bagno profumati (ce ne sono pure con le forme più divertenti, ad esempio che sembrano cioccolatini). Anche i giardini zen in miniatura sono deliziosi: se ne trovano di tutti i tipi e per tutti i portafogli. Pensando invece alle attività che si fanno fuori casa, non bastano mai i massaggi rilassanti, i trattamenti per il corpo e il viso, le visite alle terme o in sauna, i corsi di yoga e i seminari di fitness.