C’è l’elettronica al top. Ma è boom di vendite anche per i mobili e l’abbigliamento

Così com’era avvenuto l’anno prima, anche nel 2022 i consumi totali delle famiglie hanno mostrato una dinamica espansiva, con una...

C’è l’elettronica al top. Ma è boom di vendite anche per i mobili e l’abbigliamento

C’è l’elettronica al top. Ma è boom di vendite anche per i mobili e l’abbigliamento

Così com’era avvenuto l’anno prima, anche nel 2022 i consumi totali delle famiglie hanno mostrato una dinamica espansiva, con una crescita complessiva del 13,4%, che li ha portati a 1.166 miliard. Positivo anche il trend relativo ai soli consumi non alimentari, che incidono per il 15,7% su quelli complessivi. Con oltre 22 miliardi annui di sell-out, l’elettronica di consumo mantiene, per il terzo anno consecutivo, la leadership tra i tredici comparti analizzati dell’Osservatorio Non Food di GS1 Italy, pur avendo registrato un calo dell’1,5% del fatturato a valori correnti rispetto al 2021. Trend analogo di contrazione del giro d’affari per i casalinghi (-4%), i giocattoli (-2,4%) e l’edutainment (-1,1%). Vendite in robusta crescita, invece, per il secondo comparto a valore, quello di abbigliamento e calzature (+9,2%, per un totale di 21,8 miliardi), che si sta avvicinando ai valori pre-Covid, così come sta accadendo agli articoli per lo sport (+4,5%). È andata meglio al tessile, che ha aumentato il sell-out del 7,3%, riuscendo a superare i livelli pre-pandemici. Il 2022 ha confermato la ripresa della cancelleria (+6%) e registrato il boom dei prodotti di automedicazione, leader per tasso di crescita del giro d’affari (+11,5%). L’effetto dei bonus statali si è fatto sentire anche in altri comparti. A partire da quello dei mobili e dell’arredamento, il terzo settore per entità del giro d’affari generato, che ha chiuso il 2022 con le vendite in crescita del 4,6%, arrivando a superare i livelli del fatturato del 2019.