Cersaie 2021 punta con decisione al mondo del contract italiano ed internazionale, creando al Padiglione 18 la Contract Hall: un nuovo spazio dedicato al networking tra il mondo della produzione, quello del progetto e la committenza nell’ambito del Real Estate e del Contract. Il fulcro della Contract Hall è l’Archincont(r)act, una piazza di 2000 metri quadrati, organizzata in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri ed Agenzia ICE, che si...

Cersaie 2021 punta con decisione al mondo del contract italiano ed internazionale, creando al Padiglione 18 la Contract Hall: un nuovo spazio dedicato al networking tra il mondo della produzione, quello del progetto e la committenza nell’ambito del Real Estate e del Contract. Il fulcro della Contract Hall è l’Archincont(r)act, una piazza di 2000 metri quadrati, organizzata in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri ed Agenzia ICE, che si caratterizza per la progettazione di qualità nei diversi ambiti del Real Estate da parte di dieci studi di architettura di valore internazionale.

Partiamo da Iosa Ghini Associati. Considerato uno degli architetti e designer italiani di maggior spicco nel panorama internazionale del progetto, Massimo Iosa Ghini (Bologna, 1959) ha partecipato negli anni Ottanta all’azione innovativa svolta dalle avanguardie progettuali fondando il movimento culturale Bolidismo e facendo parte del gruppo Memphis di Ettore Sottsass. Nel 1990 apre lo studio Iosa Ghini Associati, che oggi opera a Milano, Bologna e Miami, sviluppando progetti per grandi gruppi e developer internazionali. Noa* è un giovane team di architetti e designer, diretti dai fondatori Lukas Rungger e Stefan Rier con sede a Bolzano e Berlino. Lo studio esplora ed esamina metodi di design interdisciplinari, seguendo il concetto di ’emergence’, dove il "Tutto è più della somma delle singole parti": approccio e strategia olistica sono fondamentali per il modo in cui noa* concepisce il design.

"Dalla progettazione architettonica e grafica fino ai materiali e ai tessuti, tutto è in linea con l’identità del luogo". Così gli architetti Ermanno Caroppi e Chiara Caberlon parlano dello spirito progettuale di CaberlonCaroppi, studio associato nato nel 2004 a Milano. Archilinea (Sassuolo) si occupa di architettura, urban planning, retail e graphic design. Dal 1981 accompagna le più importanti aziende della ’Motor Valley’ – Automobili Lamborghini e Ferrari – e i maggiori gruppi del comparto ceramico italiano nel processo di sviluppo e implementazione dei loro distretti generali. Gli altri studi presenti sono: Archea Associati (Firenze); Lombardini22 (Milano); One Works (Milano); Pininfarina Architecture (Torino); Studio Bizzarro e Partners (Ravenna) e THDP (Londra).