Una pistola (foto archivio)
Una pistola (foto archivio)

Roma, 21 giugno 2021 – I carabinieri della Compagnia di Frascati, insieme agli agenti del VI Gruppo Torri della Polizia locale di Roma Capitale, questa mattina hanno notificato al titolare di un bar di via dell’Archeologia, a Tor Bella Monaca, la revoca della licenza di somministrazione di alimenti e bevande con conseguente chiusura definitiva entro domani.

La revoca della licenza

Il legale rappresentante del locale è stato inoltre informato che, in caso di inadempienza, le forze dell’ordine procederanno alla chiusura coatta dell’esercizio e alla denuncia all’Autorità Giudiziaria. La revoca della licenza è stata proposta dal prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, all’Amministrazione comunale al termine di un’attività di monitoraggio dei fenomeni criminali collegati ai locali pubblici della Capitale.

I precedenti del bar

Dagli accertamenti dei militari dell’Arma è infatti emerso che il bar era già stato oggetto di due sospensioni della licenza in passato per una serie di episodi. Nello specifico, i carabinieri della stazione di Tor Bella Monaca hanno accertato che il locale era diventato un “abituale ritrovo di pregiudicati”, si legge in una nota del Comando Provinciale di Roma.

La sparatoria e lo spaccio

Ad esempio, l’esercizio commerciale, il 30 marzo scorso, era stato teatro di una sparatoria, nel corso della quale un pregiudicato era stato colpito e ferito da due colpi d’arma da fuoco esplosi da dei soggetti, rimasti ignoti, poi fuggiti a bordo di uno scooter. Inoltre, dalle recenti operazioni antidroga in zona è emerso che il bar era diventato il punto di ritrovo e di ristoro per vedette e pusher impegnati nell’attività di spaccio.