Taxi (foto d'archivio)
Taxi (foto d'archivio)

Roma, 22 Maggio 2021 – “O mi dai mezza piotta (50 euro in romanesco stretto, ndr) oppure ti sfascio il taxi”. Un uomo di 30 anni aveva minacciato così di danneggiare il mezzo di un tassista fermo in piazza Cairoli, a Roma, lo scorso 24 gennaio, se non gli avesse consegnato la somma richiesta. Il 30enne, appartenente ad una nota famiglia sinti di origini campane, era riuscito a portargli via addirittura 70 euro finendo nei database delle forze dell’ordine come soggetto ricercato per estorsione.

Arresti domiciliari

I carabinieri del nucleo operativo di Prati hanno notato l’uomo mentre passeggiava in via Marcantonio Colonna e lo hanno fermato per un controllo di routine. Bloccato e portato in stazione, successivamente hanno dato esecuzione all’ordinanza da parte del Gip del Tribunale di Roma che ha disposto per il soggetto la custodia cautelare agli arresti domiciliari. Dopo la notifica dell’atto, il 30enne è stato accompagnato presso la sua abitazione dove sconterà la pena.