29 ago 2021

Roma, si è costituto il pirata della strada che ha investito e ucciso un 26 sull'Ostiense

La vittima è Lorenzo Marcelli, figlio dell’ambasciatore italiano in Congo che ha preso il posto di Luca Attanasio. Il giovane stava viaggiando su uno scooter elettrico quando è stato investito

Immagini di repertorio
Immagini di repertorio

Roma, 29 agosto 2021 - É Lorenzo Marcelli, 26 anni, figlio di Fabrizio Marcelli ambasciatore italiano in Congo, la vittima dell'incidente stradale avvenuto sabato 28 agosto all’alba su via Ostiense, all'altezza del ponte Spizzichino, a Roma. Il giovane stava rientrando a casa con il suo scooter elettrico quando è stato investito da un'auto che non si è fermata a prestare soccorso. Immediate le indagini dalla polizia locale di Roma Capitale.

Per il sinistro è stato arrestato un italiano di 25 anni, accusato di omicidio stradale e omissione di soccorso e sottoposto ai test su alcol e droga, di cui si attende l’esito. L'auto, risultata noleggiata, è stata posta sotto sequestro. Il 25enne si è costituito in serata alla stazione dei carabinieri di via Cincinnati. La tragedia è avvenuta nei pressi del ponte Settimio Spizzichino all’Ostiense. 

Il ministro plenipotenziario Fabrizio Marcelli, un 60enne diplomatico romano, è l'incaricato d'affari che regge l'ambasciata d'Italia a Kinshasa dal barbaro assassinio dell'ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci, uccisi a febbraio in un'imboscata a Goma, capoluogo della provincia del Nord Kivu. Era già previsto l'avvicendamento con Luigi Diodati, nominato recentemente nuovo ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?