quotidiano nazionale
16 lug 2022

Roma, Pantheon sfregiato dai vandali, sul muro la scritta: “Gli alieni esistono” 

Bombolette spray usate sulle pareti della chiesa. Il tweet di Lapo Elkann: "Roma una città dove tutto è permesso". Sovrintendenza al lavoro 

16 lug 2022
Scritte vandaliche sul Pantheon (foto da Facebook)
Scritte vandaliche sul Pantheon (foto da Facebook)
Scritte vandaliche sul Pantheon (foto da Facebook)
Scritte vandaliche sul Pantheon (foto da Facebook)

Roma, 16 luglio 2022 - "Einstein ha ragione: la stupidità non ha limiti", così Margherita Corrado, senatrice della Commissione Cultura  posta sul proprio profilo social l'ultimo scempio dei vandali sui monumenti della Capitale. I soliti ignoti armati di una bomboletta spray di colore azzurro hanno marchiato il Panteghon con la scritta "Aliens exist" ("Gli alieni esistorno"),  a cui hanno affiancato due scarabocchi, forse due occhi.

L'atto vandalico, al momento a carico di ignoti, è stato segnalato dai residenti alle forze dell'ordine e immediate sono scattate le indagini. Rapidissimo l'intervento della Sovrintendenza subito al lavoro per cancellare il danno. 

Scritte vandaliche sul Pantheon (foto da Facebook)
Scritte vandaliche sul Pantheon (foto da Facebook)

A commentare l'atto vandalico è anche Lapo Elkann sul suo profilo twitter: "Roma, sfregiato il Pantheon con una bomboletta spray. Le telecamere erano fuori uso, non c'era nessuno a controllare. Fotografia di una città dove tutto è possibile e permesso, nessuno paga mai e la responsabilità è di nessuno".

Utili per individuare gli autori del danno le immagini delle telecamere di sicurezza della zona, anche se, come spesso accade, sembra fossero fuori uso. 

Un po' di storia 

Il Pantheon di Agrippa, conosciuto anche come il Pantheon di Roma, è uno dei capolavori architettonici presenti nella capitale italiana, nonché l’edificio meglio conservato dell'antica Roma. La costruzione risale al tempo di Adriano, nel 126 dC. Riceve il nome di Agrippa per essere stato costruito dove in precedenza, nel 27 aC, ci fu il Pantheon di Agrippa distrutto da un incendio nel 80 dC. 

Durante gli inizi del VII secolo, l'edificio fu donato a Papa Bonifacio IV che lo trasformò in una chiesa ed è per questa ragione che si conserva fino ad oggi in perfette condizioni dove si celebrano ancora messe e soprattutto i matrimoni.

Michelangelo si riferì al Pantheon come ad un edificio che aveva "un disegno angelico e non umano".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?