Controlli anti movida nella Capitale
Controlli anti movida nella Capitale

Roma, 18 agosto 2021 – Non si fermano nella Capitale i controlli messi in campo dalle forze dell'ordine per monitorare il corretto svolgimento della movida romana. Nel corso dei servizi predisposti nel quartiere San Lorenzo, gli agenti del commissariato, hanno focalizzato gli interventi sulle strutture ricettive della zona. I poliziotti hanno scoperto che il titolare di un affittacamere aveva ospitato 6 persone, omettendo di registrarle sul portale alloggiati web della Questura. L'uomo è stato denunciato. Parallelamente, la Divisione Anticrimine della Questura ha avviato un'istruttoria dalla quale è emersa anche una precedente ed identica violazione commessa dallo stesso titolare durante la gestione di una struttura alberghiera; visto ciò, il Questore di Roma ha decretato la sospensione della licenza dell'affittacamere per 7 giorni.

Uno stop di 15 giorni è poi arrivato anche per un bar pizzeria al Laurentino. Il locale era stato teatro di una rissa tra alcuni avventori e i dipendenti. Immediata la risposta del Questore che ha apposto i sigilli all'attività per 15 giorni.

Sono stati poi gli agenti della Divisione Amministrativa e Sociale, a mettere al setaccio le attività e i locali a Trastevere nel corso di specifici e mirati servizi anti movida nel quartiere. In particolare a Piazza San Cosimato, all'interno di un minimarket, i poliziotti hanno riscontrato la violazione del divieto della vendita da asporto di bevande alcoliche tra le 18 e le 7 della mattina. L’attività dovrà restare chiusa per 7 giorni.

Chiusura temporanea per la durata di 5 giorni anche per un minimarket nella zona di Fidene. Gli agenti del III Distretto, durante i controlli straordinari del territorio, hanno sanzionato il titolare dell'esercizio per non aver esposto alcun cartello indicante tutte le misure per il contenimento del Covid-19 e per aver violato le disposizioni sulla vendita di bevande alcoliche oltre l'orario consentito.